10 meraviglie della natura che tolgono il fiato

10 meraviglie della natura da visitare

Ecco alcune delle 10 meraviglie della natura che tolgono il fiato per la loro bellezza, luoghi incredibili che sembrano usciti da romanzi fantasy o di fantascienza.

Queste sono alcune meraviglie della natura che forse non conoscevi.

#1 Old Faithful – Stati Uniti

L’Old Faithful è forse il geyser più famoso del parco nazionale di Yellowstone, nel Wyoming (regione perfetta anche per una bella vacanza in famiglia).

Erutta costantemente ogni 70/80 minuti e le sue eruzioni di acqua bollente durano in media 5 minuti. Una vera e propria forza della natura, capace di “soffiare” dal ventre della terra 20.000 litri d’acqua fino ad un’altezza di 44 metri.

Le temperature di questi veri e propri sbuffi di vapore raggiungono i 118°/130°, quindi attenzione e, quando il “vecchio fedele” erutta, fatevi indietro. Tappa obbligatoria se si visita il parco.

Old Faithful meraviglia del mondo

#2 Grande Barriera Corallina – Australia

E’ la più grande barriera di corallo del mondo, ed è riconosciuta come meraviglia naturale a tutti gli effetti.

E’ composta da oltre 2.900 barriere singole e si estende per 2.600 km; numeri incredibili se pensiamo che è stata creata da piccoli polipi.

La barriera è visibile dallo spazio ed ha un’impatto decisivo su tutto l’ecosistema marino (e non solo) australiano. A causa dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici grandi porzioni della barriera stanno morendo, condannando forse l’umanità a perdere uno dei tesori naturali più belli del mondo.

Visitatela solo se siete viaggiatori responsabili e turisti rispettosi del luogo.

Grande Barriera Corallina meraviglia della natura

#3 Cascate Vittoria – Zimbabwe/Zambia

Stiamo parlando delle cascate più spettacolari del mondo.

Le Victoria Falls si trovano lungo il fiume Zambesi e furono chiamate così dall’esploratore Livingstone che le scoprì nel 1855, proprio in onore della regina Vittoria.

Nulla da togliere all’esploratore scozzese, ma forse il loro nome originale è anche più azzeccato: infatti le popolazioni locali soprannominavano la cascata “Mosi-oa-Tunya”, ossia “Il fumo che tuona” e si può capire il perché.

Se volete visitarle allora dovrete decidere se farlo dallo Zimbabwe o dallo Zambia.

Cascate Vittoria meraviglia della natura

#4 Cratere di Barringer – Stati Uniti

Si tratta di un cratere meteorico che si trova in Arizona.

E’ stato il primo cratere ad essere scoperto e documentato nel lontano 1902 da Daniel Moreau Barringer, che ne attestò l’età intorno ai 49.000 anni.

Si tratta di un’incredibile cratere largo 1.200 metri e profondo 170; l’intera voragine può contenere un edificio di ben 60 piani, davvero stupefacente!

Farsi una passeggiata sulla cresta del cratere è davvero un’esperienza unica che consiglio a chi si trova a passare per quelle parti.

Cratere negli Stati Uniti da visitare

Photo by D. Roddy, U.S. Geological Survey

#5 Ayers Rock – Australia

Torniamo in Australia che ospita un’altra delle meraviglie della natura del mondo: uno dei massicci rocciosi più famosi e belli del mondo.

Conosciuto anche con il nome aborigeno di “Uluru” è un luogo simbolo per la spiritualità dei nativi australiani.

La caratteristica principale del monolite è quella di cambiare colore a seconda delle ore del giorno; uno spettacolo che lascia senza fiato ad ogni ora.

La montagna è scalabile ma c’è un contenzioso aperto con la popolazione aborigena che non vuole che il loro luogo sacro venga profanato…

anche qui vi invito quindi ad essere viaggiatori responsabili.

Ayers Rock meraviglia della natura

#6 Rocca di Gibilterra – Gibilterra

E’ il promontorio britannico nel territorio oltremare di Gibilterra.

La Rocca è un formazione risalente al Giurassico e ha circa 200 milioni di anni, una vecchia signora che merita rispetto.

Si tratta del margine estremo d’Europa ed è sempre stata l’ultima cosa che i marinai diretti verso l’Atlantico avvistavano prima di entrare in pieno oceano.

La Rocca è piena di caverne e in alcune di queste sono stati ritrovati resti dell’Uomini di Neanderthal che hanno permesso agli studiosi di comprendere meglio come questi ominidi vivevano.

Rocca Meraviglia della natura

Photo by Antonello

#7 Door to Hell – Turkmenistan 

La “Porta dell’Inferno” è un cratere che si trova nel deserto del Karakum, in Turkmenistan.

Si tratta di una voragine creata da un incidente di perforazione nel 1971: si stava cercando petrolio ma la trivellazione aprì la strada ad una fuga di gas che raggiunse la superficie.

Il gas fu incendiato volontariamente per evitare un disastro tossico, e da allora l’incendio non si è mai spento. Non si tratta proprio di una meraviglia della natura, ma la storia di questo luogo ha dell’incredibile e dovrebbe farci riflettere sull’invasività dall’azione umana e sui suoi risultati.

 Il cratere è diventato una delle attrazioni più visitate in tutto il paese.

door to hell meraviglia del mondo

Photo by Tormod Sandtorv

#8 Pamukkale – Turchia

Pamukkale in turco significa “Castello di cotone” e vedendo le foto si capisce perché. Si tratta di un sito termale generato da una forte attività vulcanica.

L’acqua che emerge ha un contenuto altissimo di bicarbonato di calcio e deposita ovunque grandi quantità di calcare che hanno dato alla zona, negli anni, il suo aspetto unico, quello di un vero e proprio mondo “congelato”. 

Nel secolo scorso molti alberghi sono sorti sull’area, proprio per sfruttare le acque calde a fini termali; quello che ne è derivato è stato uno scempio a cui oggi si tenta di rimediare.

pamukkale meraviglia natura

#9 Monument Valley – Stati Uniti

Si torna negli Usa per ammirare una delle valli rocciose e desertiche più famose e belle del mondo.

Il pianoro desertico è entrato nel mito grazie all’epopea western e ai numerosi film che hanno fatto di questo luogo un simbolo culturale e turistico americano.

Le celebri guglie sono state modellate nei secoli dall’azione del vento; l’intera valle ha origini fluviali. Nella valle vive ancora la tribù Navajo e con un po’ di discrezione è ancora possibile parlare e interagire con loro.

Monument Valley meraviglia

#10 Giant’s Causeway – Irlanda

Il “Sentiero dei Giganti” è forse uno dei luoghi più spettacolari d’Irlanda.

Questa meraviglia della natura si trova a pochi chilometri da Belfast ed è una delle mete più visitate dell’Isola di Smeraldo.

Intorno al sito ruotano decine di leggende: la più famosa vuole che il gigante Finn McCool avrebbe costruito questa scalinata di roccia che sprofonda in mare per raggiungere un gigante rivale, Angus, che viveva in Scozia.

In realtà si tratta di rocce esagonali formatesi dopo un’eruzione vulcanica 60 milioni di anni fa; ma voi tra le due storie, quale preferite?

Tappa obbligatoria se si visita l’Irlanda, vi colpirà per la sua maestosità, garantisco per esperienza diretta.

Giant's Causeway meraviglia

[schema type=”person” name=”Davide Diana” url=”www.portalemondo.com” city=”Rome” country=”IT” email=”portalemondo@gmail.com” ]

Rispondi

RELATED POSTS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: