Berlino in bicicletta: bike sharing e itinerari

Berlino in bicicletta: organizzare un tour su due ruote

Qual è uno dei modi migliori per visitare la capitale tedesca? Semplice, la bicicletta! Scopriamo insieme Berlino in bicicletta e i suoi tanti itinerari.

Berlino è sicuramente una delle realtà turistiche europee più dinamiche: una città in continua evoluzione e crescita, che attira ogni anno milioni di turisti da tutto il mondo, e che non smette di stupirli con il suo fascino proiettato su tre dimensioni temporali diverse (passato, presente, futuro).

Un’idea valida ed originale per visitare la città e vivere in prima persona  sulla propria pelle l’atmosfera berlinese, è quella di organizzare un tour in bicicletta attraverso Berlino, sfruttando uno dei servizi di Bike Sharing più validi d’Europa.

“Una città che si muove tra passato, presente e futuro… ecco cos’è Berlino”

visitare Berlino in Bicicletta

 

Anche il sottoscritto è convinto che, dove sia possibile, la bicicletta possa essere il mezzo idoneo per riscoprire il luogo dove si vive e anche un po’ noi stessi, diventando al contempo strumento turistico per eccellenza.

Berlino risulta essere all’avanguardia anche in questo campo: la città, prevalentemente pianeggiate, è un’enorme pista ciclabile a cielo aperto.

Berlino in bicicletta: parliamo del servizio bike sharing.

Berlino in biciIl servizio si chiama Call a bikeed è gestito dalla Deutsche Bahnt, la compagnia delle ferrovie tedesche che a quanto pare ha deciso di puntare anche sul settore delle due ruote.

Per registrarsi al servizio si può chiamare un numero verde (07000 5225522) oppure si può utilizzare un’applicazione apposita per smartphone; l’operazione di registrazione costa 12€.

Dopo aver attivato il servizio ci si può recare tranquillamente in una delle 100 postazioni sparse nei luoghi principali della città.

Solitamente le rastrelliere si trovano nei pressi dei nodi cruciali del servizio di trasporto pubblico berlinese, in modo da rendere tutto più semplice ai clienti e ai turisti.

Per sapere dove si trovano le rastrelliere consiglio di consultare il sito www.callabike.de.

Per noleggiare il mezzo si può tranquillamente contattare il numero di telefono presente sul lucchetto della bicicletta oppure avvalersi dei terminali elettronici presenti nelle postazioni: si attiva la postazione tramite uno schermo tattile, ci si identifica con carta di credito o codice cliente e poi si decide la bicicletta che si vuole noleggiare, sempre tenendo presento che il massimo di mezzi per persona e di due unità.

Le tariffe si distinguo in giornaliere e annuali: per poter usufruire del servizio per un’intera giornata l’importo sarà di 15€ (0,08 centesimi all’ora) mentre per la tariffa annuale si parlerà di 48€.

Per gli studenti sono previsti sconti.

Altre agevolazioni spettano a coloro che viaggeranno in treno con le bici.

Insomma muoversi in bicicletta a Berlino non solo è facile, ma anche agevolato!

Ma cosa vedere in bici a Berlino?

Una volta noleggiata la bici si può esplorare Berlino in bicicletta: le scelte sono varie, seguire il proprio istinto e girovagare per la città oppure seguire uno dei tanti itinerari che Call a bike consiglia.

Se si opta per la prima soluzione si potrebbe finire in uno dei tanti quartieri di tendenza della città, come il distretto operaio di Prenzlauer Bergoggi uno dei quartieri più chic di Berlino, con i suoi negozi vintage, le sue “biblioteche-albero“, i mercati dell’antiquariato, i supermercati biologici e i bistrot dell’alta moda.

Se si decide invece di seguire un itinerario prestabilito, allora le mete sono tante: si inizia allo Zoo di Berlino, per poi procedere con il Palazzo del Reichstag, attraverso la Porta di Brandeburgo (l’ultimo dei 14 ingressi che permettevano l’accesso alla città) e si conclude alla Torre della Televisione. 

Altro itinerario potrebbe essere quello che costeggia il perimetro del Muro: una strada acciottolata che segue per più di 5 km l’antico percorso del Muro, affiancando il chilometro di struttura ancora integro con la sua galleria di street art più lunga al mondo (East Side Gallery).

Molte sono le attrattive da vedere, come il Check Point Charlie, la Nuova Sinagoga o Potsdamer Platz, e la bicicletta è la soluzione ecologica  per farlo. Sicuramente chi intraprenderà questa esperienza avrà molte soddisfazioni personali.

“Berlino è un’enorme pista ciclabile a cielo aperto”

bike sharing muro

Berlino low cost.

Come ciliegina sulla torta possiamo dire che la tratta che interessa la capitale tedesca con la maggior parte delle città italiane è soggetta, spesso e volentieri, a numerose offerte.

EasyJet  propone prezzi davvero bassi per voli infrasettimanali (80/90€ andata e ritorno, o anche 67€ se siete fortunati), che fanno davvero venir voglia di partire.

Questo può essere l’incentivo giusto per volare in Germania e scoprire Berlino su due ruote…

Buon viaggio.

Un libro, un film una canzone:

  • Il cielo sopra Berlino (1987) regia di Wim Wenders.


Siti utili e fonti su come girare Berlino in bicicletta:

[schema type=”person” name=”Davide Diana” url=”www.portalemondo.com” city=”Rome” country=”IT” email=”portalemondo@gmail.com” ]

Rispondi

RELATED POSTS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: