Cosa vedere all’Eur: turisti per Roma

Visitare Roma può essere un’impresa impegnativa: sono tante le cose da vedere e molte sfuggono all’occhio del turista. Oggi vi parlerò di uno dei quartieri più particolari della città e vi fornirò un itinerario per visitarlo: ecco cosa vedere all’Eur.

Dopo aver parlato di di cosa fare a Ostiense e degli scavi di Ostia Antica, scopriamo insieme un altro pezzo della capitale.

E lo faremo ponendoci una domanda: cosa vedere all’Eur?

Già, questo quartiere custodisce molte sorprese che vanno la pena essere scoperte!

Il quartiere dell’Eur ha alle sue spalle una storia travagliata che, in ogni modo, lo rende unico nel suo genere.

Fu voluto da Mussolini nel 1935 come nuovo complesso urbano e architettonico della città di Roma per festeggiare i 20 anni della marcia su Roma e, soprattutto, per l’Esposizione Universale Europea del 1942.

L’Eur, che prende proprio il nome dalla manifestazione internazionale (Esposizione Universale Romana), sarebbe dovuto essere il fiore all’occhiello del regime fascista in tutto il mondo: celebrazione massima del razionalismo urbano e architettonico e, soprattutto, dell’impero romano.

Il quartiere rimanda fortemente alle forme dell’epoca classica, con grandi palazzi bianchi ricchi di colonne e statue di marmo.

Purtroppo l’esposizione prevista per il 1942 fu annullata, causa guerra.

L’Eur fonde elementi strutturali classici con edifici moderni e vie per lo shopping”

passeggiata all'Eur

Negli anni a venire il quartiere conobbe momenti di alti e bassi… ma alla fine è giunto a noi nella sua forma finale, diventando una delle zone di Roma più caratteristiche e sottovalutate.

Infatti il quartiere presenta delle peculiarità uniche: molti dei principali edifici dell’Eur si rifanno ai monumenti più famosi della Roma Antica

Qui di seguito l’itinerario che andremo a percorrere attraverso il quartiere:

Cosa vedere all’Eur: itinerario “architettonico”.
Chiesa dell'Eur

Si arriva al quartiere con la Metro B.

Le fermate dell’Eur sono molte, ma per iniziare il nostro itinerario potremmo scendere alla fermata di Eur Palasport.

Un ottimo punto di partenza può essere Viale Europa, la famosa via dello shopping e dell’alta moda romana.

Il lungo viale alberato mantiene da anni il suo ruolo di via commerciale (anche se negli ultimi anni la crisi ha mietuto “vittime” illustri).

Dopo aver dato un’occhiata alle vetrine (per chi ama spendere), spostiamoci verso la Basilica dei Santi Pietro e Paolo, chiesa impossibile da non notare visto che troneggia su tutto il quartiere.

Questa chiesa è il chiaro esempio dello stile architettonico dell’intera zona: totalmente bianca ed essenziale.

Nonostante la sua semplicità l’edificio colpisce a primo impatto; man mano che ci si avvicina i giochi di prospettiva emozionano il visitatore, ecco alcune foto che vi faranno capire il perché:

L’edificio rappresenta in modo chiaro San Pietro, tanto che la chiesa è fiancheggiata da un piccolo colonnato; una sosta nella chiesa vale veramente la pena.

Interno chiesa Eur

Riprendiamo a camminare e dirigiamoci verso l’altro edificio simbolo del quartiere: il Palazzo della Civiltà Italiana, chiamato anche Colosseo Quadrato (non c’è da chiedersi il perché!).

Passiamo per Viale dei Santi Pietro e Paolo e arriviamo in prossimità del mastodontico edificio.

Ora il monumento è visitabile solo dal suo esterno, visto i lavori di restauro portati avanti dal Gruppo Fendi, però passare sotto la struttura è molto suggestivo.

L’edificio e le statue presenti nelle finestre dovevano rappresentare le virtù del popolo italiano; lo stesso edifico non è altro che una rappresentazione del Colosseo. 

Palazzo della Civiltà Eur

Proseguendo lungo Viale Civiltà del Lavoro possiamo vedere il lontananza il Palazzo dei Congressi, un moderno Pantheon dove si tengono conferenze e fiere di diverso tipo (la mia preferita è la “Fiera del libro” di dicembre).

visitare eur

Arrivati sulla direttrice principale del quartiere, la Cristoforo Colombo, potremmo dedicare un attimo al colonnato di Piazzale delle Nazioni Unite, molto simile al colonnato del foro romano.

Continuiamo il nostro giro dirigendoci verso la piazza alla nostra destra (Piazza Guglielmo Marconi), sulla quale capeggia L’Obelisco Marconi. 

Qui, se abbiamo tempo, potremmo fare visita al Museo dell’Alto Medioevo, al Museo della Civiltà Romana e a molte altre strutture museali, come il Museo Nazionale Preistorico o il Planetario.

Secondo un mio personale parere il Museo della Civiltà Romana vale davvero una visita.

Il nostro tour si avvicina alla sua conclusione.

Superiamo la Nuvola di Fuksas, “innovativo” centro congressi che ha alzato un vespaio di polemiche, molte delle quali legate anche agli Scandali che hanno interessato il quartiere ultimamente, e seguiamo la Cristoforo Colombo fino a raggiungere il laghetto dell’Eur, dove magari fermarci per una sosta e per un gelato.

Dal laghetto, una volta rilassati e riposati ci dirigiamo verso la fermata Metro di Eur Fermi, dove possiamo porre fine alla nostra passeggiata per l’Eur.

L’Eur è un quartiere dalle tante anime, che negli ultimi anni è stato nell’occhio del ciclone per situazioni di degrado e scandali di corruzione.

Io con questa guida su cosa vedere all’Eur ho voluto prendere la parte buona del quartiere e proporvela sotto l’ottica turistica.

L’Eur è un quartiere da scoprire ad ogni modo, sia se si è turisti, sia se si è romani 100%

Buon viaggio!

Un libro, un film, una canzone:

  • Negramaro –  Meraviglioso

Rispondi

RELATED POSTS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: