Cosa vedere in Andalusia: non solo Siviglia da visitare

cosa vedere in Andalusia

Cosa vedere in Andalusia? Andiamo a scoprire una delle regioni più belle della Spagna, che molti conoscono soltanto grazie alla stupenda Siviglia.

Dove, se non in Andalusia, è possibile imbattersi in buon vino, cibo delizioso e buona musica???

La patria del flamenco e delle tapas è una terra assolutamente da scoprire, piena di città incantevoli, come Cadice, Granada, Cordoba e Jerez.

Infatti l’Andalusia non si ferma solo a Siviglia (che in ogni caso è una delle 5 città perfette dove passare city break in Europa) ma è ricca di realtà urbane.

Partiamo senza perdere altro tempo e andiamo a scoprire cosa vedere in Andalusia; però prima qualche interessante curiosità sulla regione…

Flamenco e tapas; le origini

Le origini del Flamenco;

Simbolo per eccellenza dell’Andalusia, il flamenco nacque con la fusione di inni bizantini, canzoni spagnole, melodie ebraiche e ritmi gitani. Questa affascinante danza non è altro che il sunto della storia spagnola, fatta di multiculturalismo e diversità etnica e religiosa; fattori che non hanno sempre convissuto in pace.

E le tapas?

Si dice che le tapas furono inventate nelle taverne dell’Andalusia secoli fa, quando si incominciò a mettere sui bicchieri di vino piccole porzioni di cibo per evitare che le mosche finissero nel bicchiere.

“In Andalusia il flamenco non è solo un ballo, ma un vero e proprio simbolo identitario” 

visitare l'Andalusia

Photo by Riccardo Romano

Cosa vedere in Andalusia: non solo Siviglia, ecco le città da non perdere!

Scopriamo le città più belle della regione, con due piccole premesse: per prima cosa vi consigliamo vivamente di partire per l’Andalusia da marzo a fine maggio, in extremis a giugno.

Infatti le temperature in estate sono davvero proibitive e il caldo afoso potrebbe rovinare la vostra esperienza di viaggio.

Come seconda cosa vorremmo consigliarvi un tour operator che organizza pacchetti di una settimana nella regione spagnola e che tocca le principali città di cui parleremo.

Si tratta di 4 Winds e gode di una buona reputazione sul web; fate un salto sul loro sito internet.

  • Cadice e Jerez;

Queste due città sono la vera incarnazione dello spirito dell’Andalusia.

Jerez de la Frontera si trova a 75 minuti di treno o autobus da Siviglia ed è conosciuta come culla ufficiale del flamenco (benché a Cadice e Siviglia sostengano il contrario).

Vogliamo parlare di Jerez più che dal punto di vista turistico, da quello enogastronomico (su questo blog troverete tante informazioni su cosa vedere a Jerez); Jerez a conti fatti è la patria anche del buon cibo e vino! Nella cittadina andalusa si produce forse uno dei vini più buoni della Spagna: lo sherry.

Questo vino dalle origini fenice, romane e arabe, fece letteralmente impazzire gli inglesi nel XIX secolo, spronando i produttori di Jerez a creare decine e decine di varianti.

Oggi lo sherry 100% di Jerez si può degustare in 20 storiche bodegas, in alcune delle quali viene servito insieme a tapas e spettacoli di flamenco dal vivo.

Jerez de la Frontera si trova a 75 minuti da Siviglia

Altra città unica nel suo genere è Cadice, perfetta per una romantica fuga per 2 e per mettere su qualche chilo in allegria.

La città fu fondata 3.000 anni fa dai fenici ed è una delle più antiche di Spagna.

Cadice vanta parecchi forti antichi da visitare; sicuramente se siete una coppia in cerca di momenti romantici non potete lasciarvi sfuggire l’opportunità di fare una passeggiata sulle mura della città oppure nei piccoli mercati rionali, dove bancarelle che vendono tonni giganti, granchi, aragoste e pesci spada si accalcano una sull’altra e dove si respira la vera essenza dell’Andalusia.

Visto che l’amore vien mangiando vi consigliamo di fermarvi nel quartiere di Santa Maria, famoso per i locali dove si balla il flamenco e si mangia benissimo; passate alla PeÑa Flamenca La Perla.

tramonto Cadice

Scoprite con il vostro partner i luoghi più romantici di Cadice. Photo by Santiago…

visitare Jerez de la Frontera

… oppure immergetevi nella vera essenza dell’Andalusia a Jerez. Photo by Jose Gonzalvo Vivas

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Cordoba e Granada;

Cordoba è la città che ti stupisce e che non aspetti, impossibile da non inserire tra cosa vedere in Andalusia: una città di artigiani e di botteghe, di viuzze abbellite da vasi di gerani e di luoghi magici come la Moschea di Cordoba (oggi divenuta cattedrale cristiana).

La città insomma è da scoprire: non perdetevi il Barrio Juderìa, l’antico quartiere ebraico e la Torre de la Calahorra, all’interno della quale si trova il Museo Vivo de Al-Andalus, dove si possono ripercorrere le vicende storiche dell’Andalusia, dalla Reconquista cristiana ad oggi.

Per quanto riguarda Granada, possiamo soltanto dirvi di visitare la stupenda Alhambra, uno dei monumenti più visitati e amati della Spagna.

C’è anche il bellissimo Monasterio de San Jerònimo che merita una visita.

L’unico problema a Granada è quello dello spostarsi in automobile: la città è molto caotica e se avete noleggiato un auto per girare in Andalusia vi conviene parcheggiarla e muovervi con i mezzi.

Cordoba di sera

Le magiche atmosfere serali di Cordoba. Photo by Any.colour.you.like

 La vacanza perfetta a Siviglia con musica e cibo

le migliori tapas di Siviglia

Nei bar di Siviglia i menù tapas sono scritti su lavagne e sono proposti in diverse versioni: le tapas equivalgono ad una sola porzione, quindi se volete davvero abbuffarvi scegliete le raciones, ossia il piatto intero. Photo by Amiek

Concludiamo la nostra guida su cosa vedere in Andalusia a Siviglia.

Stavolta non parleremo delle cose da vedere in città (un cliché visto e rivisto) ma delle cose da mangiare in città.

Infatti Siviglia è il luogo perfetto per una vacanza gastronomica senza precedenti.

Sistematevi in uno dei tanti alberghi storici della città, dedicate due mattinate agli edifici simbolo, come la cattedrale gotica e l’Alcàzar, o il quartiere medievale di Santa Cruz dove si trova il Museo del Baile Flamenco, imperdibile se siete innamorati di questo ballo e poi buttatevi a capofitto nei locali di tapas e flamenco.

 In Alameda de Hércules, nella parte nord del centro, si trovano i locali più alla moda, dove potrete assaggiare nuove ricette di tapas, come le costolette di maiale in glassa di miele e rosmarino oppure tapas di pollo speziato con verdure all’asiatica.

A Santa Cruz si trova il famoso bar di La Carbonerìa, dove le tapas vanno a braccetto con la musica e dove i prezzi sono bassissimi.

Nel vecchio quartiere gitano di Triana si trovano invece i migliori locali notturni che ospitano spettacoli di flamenco fino a notte fonda; su tutti spicca Casa Anselma, un bar sempre in festa dove le danze non iniziano prima di mezzanotte.

Che altro dirvi; questo è sicuramente uno degli itinerari alternativi da seguire per le strade di Siviglia, se volete scoprire la capitale andalusa sotto un’altra ottica.

Buon viaggio.

Un libro, un film, una canzone:

  • Paco De Lucia –  Flamenco

 


Siti utili e fonti su cosa vedere in Andalusia:

[schema type=”person” name=”Davide Diana” url=”www.portalemondo.com” city=”Rome” country=”IT” email=”portalemondo@gmail.com” ]

2 Comments

  1. Rispondi

    Alberto

    Dicembre 6, 2015

    Complimenti per il post…e per il video, top!
    Come dite bene voi il flamenco, così come le tradizioni rurali, impregnano la cultura andalusa.

    Solo un piccolo consiglio: a Cordoba visitare Medina Azahara un vero e proprio gioiello!

    Alberto – http://andalusiaviaggioitaliano.com/

    • Rispondi

      Davide Diana

      Dicembre 6, 2015

      Grazie per il consiglio Alberto, darò’ un’occhiata anche al tuo sito 😀

Rispondi

RELATED POSTS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: