Cosa vedere in Tasmania: sport, sapori e arte

thumbnail

Avete messo da parte un po’ di soldi per partire ma non sapete dove andare? Ecco allora per voi l’idea che cercavate: un viaggio incredibile in Tasmania, tra natura incontaminata, sapori sconosciuti ed esperienze estreme. Ecco una rapida guida su cosa vedere in Tasmania.

La regione della Tasmania è una delle più selvagge e spettacolari di tutta l’Australia (non dimentichiamoci anche delle bellezze della Nuova Zelanda), per anni è rimasta indietro rispetto al resto del Paese, basando la propria economia sull’industria del legno e sull’agricoltura.

La Tasmania sta entrando in una nuova epoca ed è diventata la meta migliore per un viaggio incredibile. Ecco il perché …

“La natura selvaggia della Tasmania vi rapirà”

cosa vedere in Tasmania

Prima di partire per la Tasmania

  • Il periodo migliore per partire è tra novembre ed aprile, quando sull’isola le temperature sono più fresche. L’ideale sarebbe una vacanza di 10 giorni, ma  anche una settimana può andare bene (sempre calcolando la durata del volo in confronto con i giorni di permanenza)
  • I voli internazionali atterrano a Hobart, capitale della regione, e il 90% fanno scalo o a Melbourne o a Sidney. Naturalmente non stiamo parlando di una tratta low cost, in ogni caso vi consiglio di controllare sul sito della Qantas, compagnia aerea australiana, e su quello del’Emirates, che fa scalo a Dubai. Se volete risparmiare un pochino provate con l’Ethiad.
  • Prenota poi l’albergo più economico della regione!

“Scalare Cradle Mountain è un’esperienza mozzafiato”

Attività sportive in Tasmania

In Tasmania per sport e natura.

Cosa vedere in Tasmania?

Semplice, una natura ancora selvaggia!

Si tratta di una terra ricca di bellezze naturali, qui potrete vivere avventure indimenticabili e affrontare percorsi escursionistici unici:

  • nel 2015 si aprirà la fase 2 del Three Capes Trackil più grande itinerario costiero escursionistico dell’isola: 35 km di sentieri rimessi a nuovo che si snodano lungo le stupende scogliere del Tasman National Park. Il parco mantiene costantemente aggiornati coloro che sono interessati tramite il suo sito internet www.parks.tas.gov.au. E’ possibile affrontare questo percorso da soli oppure in tour organizzati e passare diversi giorni nella natura lontano da ogni forma di civiltà… Ecco l’esperienza da fare per chi viaggia in cerca di emozioni forti e profonde.
  • Nel 2011 è stata aperta una pista per mountain bike sui pendii del Mt Wellington. Il tracciato si chiama North-South Track ed è una delle piste più incredibili al mondo, vedere per credere. Esistono diverse aziende che noleggiano le proprie bici per affrontare il tracciato, una di queste è la Vertigo MTB che offre anche un servizio navetta che collega la pista alla città di Hobart.
  • Per finire vi consiglio il Kajak. Sul lungomare di Hobart la Freycinet Adventures offre un giro in kajak nel porto della città, per principianti, ed escursioni lungo tutta la costa per i più esperti. Quest’isola ha tutto il potenziale per una vacanza avventurosa.

Sport tasmania

Non solo cosa vedere in Tasmania, ma anche cosa assaggiare!

Il panorama enogastronomico dell’isola offre soddisfazioni a tutti i palati:

  • il Lumina Festival comprende oltre 100 eventi culturali ed enogastronomici che ravvivano i mesi bui invernali da aprile ad agosto.
  • Sul lungomare di Hobart nella settimana di Capodanno si tiene il Taste Festival, che offre i migliori piatti di pesce, vini e formaggi dell’intera isola. Per questo Hobart è una delle località dove passare un capodanno speciale.
  • Se siete interessati al turismo gastronomico allora fate tappa a Bruny Island, a sud ovest della regione. Questo luogo è famoso non solo per le sue ostriche deliziose, ma anche per i suoi vini: le aziende vinicole di qui producono Pinot Noir in abbondanza e si tratta del vino più buono di tutta la regione.
  • Rimanendo in tema di alcolici dobbiamo menzionare anche le birre, che qui sono di un sapore unico. La birra Moo Brew è spillata direttamente1616799510_570b5ba527_b in Tasmania ed è la più buona dell’isola. Si tratta della Guinness australiana che è molto in voga soprattutto ad Hobart. Visto che ci siete allora non potete non provare la Cascade, altra fantastica birra che concorre con ma Moo per il primato alcolico ad Hobart. Una curiosità, la fabbrica della Cascade si può visitare: un’ora e mezza di inebriante tour alcolico… ASSOLUTAMENTE DA FARE.
  • Hobart è anche capitale del gusto: i piatti tipici sono le animelle di vitello aromatizzate con le ciliege selvatiche o con grano saraceno, cuori di lattuga e foglie di nasturzio, il tutto accompagnato con buon vino rosso.

E infine l’arte…

L’isola è riuscita ad emanciparsi alla grande dal suo passato (si trattava pur sempre di una colonia penale) ed ora, anche grazia ad un imprenditore, sta vivendo la sua epoca d’oro e Hobart ne è il fulcro.

  • I festival culturali sono molti, dal MONA FOMA ossia l’evento culturale più eclettico di tutta l’isola, che ospita grandi personaggi del mondo dell’arte e della musica jazz (ecco il programma di quest’anno) oppure il Tasmanian International Art Fest, che si tiene a marzo e che incarna gli ideali di “Ispirazione, divertimento e animazione“, ecco il programma dell’evento.
  • Una tappa obbligatoria per gli appassionati di arte e architettura è il MONA (Museum of Old and New Art). E’ stata voluta da David Walsh, un imprenditore nato ad Hobart in uno dei sobborghi più poveri, e diventato ricco inventando un sistema per vincere ai cavalli. Oltre ad essere miliardario Walsh è anche un filantropo: ha infatti speso molti soldi per rivalorizzare la sua città natia, donandole per esempio la propria collezione di manufatti storici e costruendo il MONA. Il museo si è affermato come fulcro culturale di tutta l’Australia diventando famoso come “la Disneyland sovversiva per adulti”. Si tratta di un enorme struttura formata da diversi piani sotterranei nei quali sono custodite opere d’arte originali e controverse, come “Cinerarium” di Julia deVille, un corvo impagliato che veglia sopra un’urna contenete ceneri umane. Se siete curiosi questo è il link del sito del museo.

museo MONA tasmania

Photo  By Barrylb (Own work) via Wikimedia Commons

Parlare semplicemente di “cosa vedere in Tasmania” a questo punto suona riduttivo.

Questa terra offre davvero molto, quindi come ho detto all’inizio dell’articolo, se avete un po’ soldi da parte e volete fare un viaggio davvero unico, allora questo è il posto che fa per voi…

Buon Viaggio

Un libro, un film, una canzone:

  • Richard Flanagan,  “Gli ultimi minuti di vita di una guida fluviale

Siti utili e fonti su cosa vedere in Tasmania:

Rispondi

Back To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: