Siti Maya da visitare in Messico da soli o con tour operator

siti Maya da visitare in Messico

Andiamo a scoprire insieme alcuni dei più stupefacente siti Maya da visitare in Messico; un viaggio incredibile tra storia e location immerse nella natura.

Il 2012 è passato e siamo ancora tutti qui, alla faccia di tutti i detrattori che volevano la fine dell’umanità!

Nonostante la manfrina del 21 dicembre 2012 abbia, all’epoca, generato un certo senso di insicurezza, dobbiamo darle atto che ha anche portato la cultura maya sotto i riflettori dell’opinione pubblica mondiale, riaccendendo interesse nei confronti di questa antica cultura e del paese che ne ospita i siti archeologici: il Messico.

Ecco quindi una panoramica su alcuni dei siti maya da visitare in Messico e assolutamente da non perdere.

Tra quelli che elencheremo ci sarà una delle 7 nuove meraviglie del mondo.

Prima di parlare dei siti archeologici messicani faremo però una breve panoramica sui migliori tour operator che propongono i più originali pacchetti turistici della zona.

E’ vero che molti preferiscono partire per conto proprio, ma è anche vero che in questi ultimi anni l’industria del turismo internazionale ha cambiato volto, arrivando a proporre soluzioni e idee di viaggio sempre più originali e rispettose di ambiente e culture.

Hotel Tulum

Alcune idee per viaggiare in Messico.

Ecco alcune delle idee più originali per un bel viaggio nel Messico dei Maya:

  • Mint57° = questa agenzia di viaggi “Earth Friendly” propone sempre pacchetti su misura o davvero unici nel loro genere, che strizzano un occhio all’ambiente e al rispetto delle culture locali (nonché della libertà di movimento del turista); è il caso del pacchetto “Viaggio fotografico in Messico“. Scegliendo questa soluzione di viaggio attraverserete il Paese insieme ad un fotografo professionista e potrete vivere il Messico sotto un’altra ottica davvero inedita. Se siete curiosi delle altre offerte dell’agenzia vi rimando al loro sito ufficiale.
  • Travelastminute.it = questo tour operator offre un’ampia scelta di itinerari sul Messico e propone pacchetti di 8 notti in un tour classico, che passa attraverso le più importanti località e città messicane, senza dimenticare i più famosi siti archeologici maya. Insomma una soluzione a metà strada tra un itinerario classico ed uno a tema.

 “Il fascino segreto del Messico sta anche nell’esplorare i 6000 e più cenotes nascosti nella giungla”

I cenotes messicani

Photo by Vicente Villamón

Ora scopriamo quali sono i siti maya da visitare

Ecco i siti maya da visitare più famosi e assolutamente imperdibili, per rendervi tutto più semplice vi linkiamo una mappa delle località più importanti:

Palenque: tra natura e storia

Il sito archeologico di Palenque è uno dei più importanti del Messico. Insieme a Tikal e Calakmul, Palenque fu una delle più importanti e potenti città del popolo maya, tanto che diede i natali alla dinastia Pakal, che regnò a lungo.

Oggi il sito archeologico in questione è totalmente avvolto dalla vegetazione e, questo contrasto tra natura e rovine, crea un’atmosfera davvero unica, quasi di mistero.

Il sito si trova nella regione del Chiapas ed è uno dei più visitati di tutto il Paese; fateci un salto anche voi!

Palenque in Messico

Uno dei templi simbolo di Palenque. Photo by Arian Zwegers.

Ek Balam, questo sconosciuto!!!

Altro sito, altro viaggio. Ek Balam è uno dei siti maya più belli, ma anche uno dei meno conosciuti.

Eppure questa tappa non dovrebbe mancare nel vostro itinerario, se non altro per le stupende decorazioni architettoniche che sono scolpite sulle facciate dei templi.

Ve lo consigliamo soprattutto perché è fuori dai classici itinerari turistici e quindi troverete una relativa tranquillità nell’esplorare l’area archeologica.

Ecco dove si trova Ek Balam…

Cobà; da scoprire in bicicletta

Cobà è uno dei siti maya più grandi di tutto il Messico e, visto la sua vastità, è consigliabile esplorarlo a bordo di una bicicletta.

Proprio per questa sua caratteristica (e per la pianta circolare e non squadrata) questo è uno dei siti più apprezzati e visitati di tutto il Messico.

L’attrazione principale è la piramide centrale che è possibile scalare, con tutte le eventuali precauzioni.

La salita richiede molte energie, ma una volta arrampicati in cima vi troverete un panorama incredibile sotto ai vostri piedi.

Assolutamente un must da includere nel vostro itinerario in Messico!

piramide di Cobà

Photo by Pascal

Tulum e la costa messicana

L’antico complesso di Tulum è forse uno dei più fotografati e famosi; questa fama è dovuta al fatto che il sito si affaccia sullo stupendo mare messicano (ai maya piaceva trattarsi bene a quanto pare!).

Quindi vi consigliamo di visitare questo sito per 3 motivi: la bellezza intrinseca che emana, il mare cristallino e la forte cultura maya ancora radicata nella zona (soprattutto a sud-est di Tulum).

Infatti non solo Tulum è conosciuta come “capitale dello yoga” (un po’ come Byron Bay in Australia) ma qui potrete assistere in prima persona alle antiche cerimonie temazcal che i sacerdoti maya facevano per purificare lo spirito e il corpo ed a tanti altri rituali maya sopravvissuti alla prova del tempo.

Per invogliarvi a passare di qui vi rimandiamo al sito ufficiale e vi mostriamo una foto che non ha bisogno di commenti…

sito Tulum Messico

Photo by Dennis Jarvis

Uxmal e il Tempio dell’Indovino

maschere maya

Un dettaglio del Tempio dell’Indovino con le famose maschere. Photo by Steve Bridger.

Gioiello archeologico rientrato a pieno titolo come Patrimonio dell’Umanità UNESCO, Uxmal è uno dei siti più caratteristici di tutti.

Sicuramente a rendere unica l’area è il Tempio dell’Indovino, un’enorme piramide posizionata al centro del complesso e ricoperta di decorazioni e maschere mostruose che accendono la fantasia di qualsiasi visitatore che passa di qui.

Questo tempio, inoltre è uno dei più grandi e meglio conservati di tutto il Messico, motivo in più per fare sosta qui.

Chichén Itza, il simbolo del Messico

Concludiamo con il sito archeologico maya più famoso del mondo, quello di Chichén Itza, una delle 7 nuove meraviglie del mondo, che inseriremo nella nostra sessione Meraviglie del Mondo, per il suo alto valore simbolico e culturale.

Sul sito ufficiale troverete info sui prezzi e orari, mentre noi parleremo un po’ dell’area archeologica più famosa del Messico. Sicuramente la struttura più visitata è “El Castillo”, ossia la piramide di Kukulkàn, una delle piramidi a gradoni meglio conservate del mondo.

Pensate che, durante gli equinozi di primavera e autunno, all’alba e al tramonto, l’ombra degli angoli della piramide che veniva proiettata al suolo assumeva le sembianze del Dio Serpente Piumato.

Il sito è davvero enorme e se lo visiterete fate tappa anche nel Tempio dei Guerrieri, altra struttura religiosa pervenuta a noi in uno stato di conservazione più che ottimale.

Inoltre alle spalle del complesso potrete ammirare uno dei tanti cenotes dello Yucatan: il Cenote Sagrado de Chichén Itza, che in epoca precolombiana veniva utilizzato per fare offerte alle divinità e per i sacrifici umani.

Insomma il complesso di Itza è davvero impossibile da perdere!

Foto di Chichén Itza al tramonto

Photo by roevin | Urban Capture

Questi sono alcuni dei siti maya da visitare in Messico obbligatoriamente, con o senza tour operator.

Infatti visto la bellezza delle location e la storia che si portano sulle spalle, penso personalmente che questo viaggio debba essere messo per forza tra le esperienze da fare prima o poi nella vita (anche per sostenere il Governo Messicano che molto investe nella manutenzione dei siti archeologici).

Buon viaggio.

Un libro, un film una canzone:

  • Apocalypto (2006) regia di Mel Gibson.


Siti utili e fonti sui siti maya da visitare in Messico:

[schema type=”person” name=”Davide Diana” url=”www.portalemondo.com” city=”Rome” state=”RM” country=”IT” email=”portalemondo@gmail.com” ]

Rispondi

RELATED POSTS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: