Itinerari a Praga e come visitare il centro in due giorni

Avete due giorni per visitare la stupenda capitale ceca e non sapete come fare? Eccovi allora due itinerari a Praga da seguire in due giornate di puro svago!

Praga non è soltanto la meta perfetta per una fuga romantica di un weekend, ma anche una città da scoprire in svariati altri modi.

Io l’ho visitata con i miei migliori amici e posso dirmi soddisfatto (anche se dopo Bruges rimanere incantato mi risulta difficile 🙁 ).

L’abbiamo girata in un lungo weekend, macinando km e goulash a sfinimento e questo è il resoconto del nostro viaggio!

Trova Hotel a Praga

In questo articolo parlerò di due possibili itinerari a Praga da seguire in due diversi giorni che attraversano i quartieri storici di Mala Strana e Stare Mesto.

Ovviamente l’articolo sarà accompagnato da mappe esplicative che semplificheranno il tutto. 🙂

Se invece cercate 10 consigli su come visitare Praga allora vi rimando a questo articolo di qualche tempo fa!

Ah quasi dimenticavo, ho scritto anche una personale top 10 su Praga, dategli un’occhiata se volete. 🙂

Prima di entrare nel cuore della discussione vi darò qualche veloce consiglio su come arrivare al centro città dall’aeroporto.

Insomma tanta carne sul fuoco.

Ma non voglio perdermi in chiacchiere 🙂

Come raggiungere il Centro storico di Praga dall’aeroporto

Come detto poco fa prima di parlare dei due itinerari a Praga vediamo qualche info base!

Ho sudato sette camice per organizzare il mio transfer dall’aeroporto di Praga al centro storico.

Non avevo un mezzo mio né un transfer organizzato, inoltre online era pieno di review negative in merito a tassisti furbetti abituati a fare pesanti creste ai turisti.

A quanto pare due sono gli errori che si possono fare una volta atterrati: cambiare il contante e prendere un taxi!

Beh, alla fine ho optato per il trasporto pubblico, e devo dire che non me ne sono pentito!

Dall’aeroporto di Praga si possono prendere ben 2 linee bus che hanno come capolinea due diverse fermate della metro.

Sto parlando del bus 119, con il quale potete prendere la Metro A, e il bus 100 che vi lascerà al capolinea della Metro B.

Entrambi impiegano una mezz’ora per raggiungere le fermate della metro.

Io ho optato per il secondo: con sole 32 Corone sono arrivato in centro a 5 minuti dal mio alloggio (il biglietto del bus vale anche per la metro).

Niente male!

Le metro passano ogni 2 minuti e sono rimasto estasiato, visto gli standard ai quali ero abituato (mi riferisco a Roma).

Inoltre i prezzi dei mezzi pubblici a Praga sono accessibili a tutti.

Ultimo consiglio sull’alloggio: qui troverete le migliori offerte per gli hotel di Praga.

Non fatevele scappare! 🙂

Ora veniamo a noi:

Ecco i miei due itinerari a Praga

Giorno 1:  Mala Strana

Il mio primo itinerario inizia dalla fermata Mala Strana della Metro A, a pochi minuti dal Castello (B), nostra prima tappa.

Io e i miei amici abbiamo voluto iniziare con la visita al Castello di Praga perché questo era l’unico modo di iniziare la giornata.

Vi spiego il motivo: visitare il Castello di Praga vi prenderà mezza giornata come minimo!

Il Castello offre tantissime opportunità: come prima cosa non perdetevi il cambio della guardia delle 12.

Si tratta di una cerimonia (ovviamente gratuita) che attira centinaia di persone, soprattutto nel weekend.

L’ingresso all’interno del castello è consentito a tutti (dovrete passare attraverso metal detector per accedere) tuttavia diversi luoghi di interesse necessitano del biglietto per essere visitati.

Quindi io vi consiglio di armarvi di pazienza e fare la fila, a meno che non compriate i biglietti per il Castello di Praga online in modo da saltare la fila.

Potete anche prenotare un tour guidato di due ore e mezza che vi porterà in giro per tutto il Castello.

La scelta sta a voi!

Una volta acquistato il biglietto potrete accedere a tutte le principali “attrazioni” del castello.

Tra queste vi consiglio di non perdere:

  • La stupenda Cattedrale di San Vito;
  • L’interno del Palazzo Reale;
  • La chiesa romanica di San Giorgio
  • La Golden Lane o Vicolo d’Oro;

Vi consiglio di soffermarvi qualche istante in più nel caratteristico Vicolo d’Oro (accessibile solo con il biglietto d’ingresso).

Qui infatti non solo potrete visitare una vasta collezioni di armature medievali e una sala delle torture, ma anche entrare nella casa di Franz Kafka.

Consiglio: se state visitando il Castello sotto Natale o Pasqua allora avrete l’opportunità di trovare nel cortile un tipico mercatino con tanti banchi dell’artigianato e street food.

vicolo d'oro a Praga

Una volta visitato tutto il castello dirigiamoci nel cuore di Mala Strana.

Sarà passata mezza giornata ma non fatevi prendere dalla fretta.

Prossima meta sono i giardini Vojan (C), vicino ai quali si trova Vinarna Certovka, la strada più stretta del mondo (almeno così viene pubblicizzata).

Per essere una strada stretta lo è, tanto che serve un semaforo per gestire il flusso di pedoni, ma penso che al mondo ci siano vicoli ancora più stretti.

Proprio alla fine della stradina si trova un ristorante che rende chiara la vocazione di “trappola per turisti” del luogo.

Proseguendo oltre vi imbatterete nel Ponte degli innamorati (D), con tanto di immancabili lucchetti, e poi in uno dei luoghi simbolo di Praga, ossia il Murales di John Lennon (E), uno dei 10 murales da visitare in giro per il mondo.

L’area del murales è sempre affollata e un po’ l’atmosfera ne risente.

Da qui spostatevi verso la Chiesa di St Nicola (F) dove vi consiglio una sosta.

L’ingresso costa 70 Corone ma vale davvero la pena.

I suoi interni barocchi mi hanno lasciato senza fiato e badate bene, quando l’ho visitata era in fase di restauro ma ciò non ha intaccato minimamente la maestosità di questo edificio.

Dopo la Chiesa di St Nicola dirigiamoci verso Ponte Carlo (G) dove concluderemo la prima giornata dei nostri itinerari a Praga.

Se sarete fortunati potrete anche ammirare il tramonto sul ponte… non come il sottoscritto che si è beccato 3 giorni di cieli nuvolosi!

Giorno 2: Stare Mesto

Il nostro secondo giorno a Praga lo dedichiamo al quartiere di Stare Mesto.

Il quartiere si raggiunge facilmente con la metro, ma il consiglio che vi do è di raggiungerlo a piedi; camminare in questa parte della città è davvero affascinante, un’esperienza da fare. 😉

Si parte dalla Sinagoga Spagnola (A), altra meta imprescindibile di questi due itinerari a Praga.

L’interno dell’edificio sacro è fantastico!

Il biglietto d’ingresso vi offre l‘opportunità di visitare tutte le altre sinagoghe del quartiere ebraico di Praga, compreso il Vecchio Cimitero.

Esistono diverse tariffe: noi con 330 Corone siamo riusciti ad entrare nelle principali sinagoghe, tra cui quella Rosa, e il Cimitero, quindi personalmente ve lo consiglio.

Consiglio: proprio accanto alla Sinagoga Spagnola si trova il monumento a Franz Kafka…

Dopo aver passato la prima parte della mattinata esplorando la parte antica di Stare Mesto è ora i tempo di fiondarci nella “Old Square”, dove si trova l’Orologio Astronomico di Praga (E).

Ovviamente quando sono andato a Praga l’Orologio era in fase di restauro… spero siate più fortunati di me…

Consiglio: nella piazza si tengono ogni Natale e Pasqua mercatini di artigianato e street food, perfetti per una pausa e un pranzo veloce. 🙂

La nostra prossima meta è forse quella che più di tutte mi ha entusiasmato: il Clementinum (F).

Si tratta del secondo complesso architettonico più vasto di Praga (dopo il Castello), un convento gesuita che durante i secoli fu ampliato più e più volte.

L’edificio custodisce alcuni dei luoghi più belli di Praga:

  • la Biblioteca Barocca;
  • La torre astronomica;
  • la Cappella degli Specchi;

Non potete capire quanto sia bella la biblioteca!

E’ uno dei luoghi più belli che abbia mai visto e vi consiglio vivamente di visitare il complesso soltanto per poter ammirare questo spettacolare edificio.

Purtroppo non potrete scattare foto!

Inoltre una volta entrati nel Clementinum vi sarà possibile salire sulla torre astronomica, ammirare l’antica meridiana e come se non bastasse tutta la città dall’alto.

Dall’alto della torre Praga è visibile a 360°, uno spettacolo che lascia senza fiato!

Ma come si fa ad entrare?

Sono possibili soltanto tour guidati: NESSUNO PUÒ ANDARE IN GIRO DA SOLO PER IL COMPLESSO.

Il biglietto costa 300 Corone, ma vi ripeto che vale davvero la pena.

Torniamo a noi.

Una volta visitato il Clementinum è tempo di dirigersi verso un’altra piazza simbolo della città, quella di San Venceslao (G).

La notte questa zona è piena di locali, tra cui molti night, e gente poco raccomandabile.

Occhio quindi!

L’ultima tappa del nostro itinerario è la Casa Danzante (H).

Ci sarà un po’ da camminare, ma prendetevela con calma e usate questi momenti per godere della città e delle sue architetture art nouveau.

Una volta arrivati davanti all’edificio più eccentrico di Praga sarà sera.

Tempo qualche foto e, se potete, godetevi il tramonto sul fiume Moldava.

E niente gente, questi erano i miei due itinerari a Praga!

In due giorni non abbiamo avuto tempo a disposizione per visitare altri luoghi culto della città: mi è dispiaciuto soprattutto non passare per i Giardini di Petrin, purtroppo la visita al Castello di Praga ci ha preso più del dovuto, per questo non ho inserito il parco nel primo itinerario.

Avrei voluto visitare anche il Museo del Comunismo e qualche altro museo, ma come si suol dire, il tempo è tiranno.

Poco male, saranno i primi luoghi che andrò a vedere la prossima volta! 🙂

Per il momento è tutto!

Se avete qualche consiglio o volete lasciare un parere sugli itinerari a Praga proposti allora commentate senza indugio. 😉

In ogni caso, come sempre…

… buon viaggio!

Un libro, un film, una canzone:

  • Franz Kafka,  “La Metamorfosi”

Rispondi

RELATED POSTS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: