Itinerario nel centro di Roma: Città del Vaticano

Itinerario nel centro di Roma che passa per Città del Vaticano

Secondo appuntamento con i nostri viaggi nel cuore della Città Eterna. Oggi scopriamo un altro itinerario nel centro di Roma da Città del Vaticano fino a Trastevere.

Se siete a Roma o avete in programma un viaggio imminente nella magica capitale, allora siete nella pagina giusta e sul blog giusto.

Oggi come detto nell’incipit, andiamo alla scoperta di un itinerario 100% progettato dal sottoscritto che nel cuore di Roma ha passato gran parte dell’infanzia.

L’itinerario nel centro di Roma di oggi parte dalla Città del Vaticano e termina a Trastevere, attraverso alcuni dei luoghi più incantevoli della Città Eterna.

A dire il vero questo è il secondo appuntamento che dedichiamo alla scoperta del centro di Roma.

Giusto qualche articolo fa infatti ho parlato dell’itinerario perfetto da seguire se si vuole scoprire il Centro Storico di Roma, o meglio l’area del Tridente tra Piazza del Popolo e Piazza Venezia.

Non perdetevi anche l’itinerario tra Aventino e Palatino, alla scoperta dell’area archeologica più affascinante del mondo.

Hotel a Roma, ecco i migliori

L’idea iniziale era quella di inserire i 3 principali percorsi attraverso il cuore di Roma, che ho ideato e provato più volte con persone diverse, in un unico articolo.

Ma più scrivevo più mi rendevo conto che il materiale era troppo.

Quindi perché non dividere questo articolo in 3 parti?

Detto fatto!

Ecco che così abbiamo l’itinerario attraverso il Tridente, l’itinerario per Città del Vaticano e in fase di lavorazione quello che passa tra i Fori e le bellezze dell’Aventino.

Ma non perdiamoci in chiacchiere e iniziamo.

Però prima alcune veloci premesse, come ho fatto nell’articolo precedente:

  • il seguente itinerario è perfetto da seguire in un’intera giornata. Scordatevi di poter unire uno o più percorsi in un solo giorno, diventereste pazzi. Segnerò punto per punto e uno ad uno i punti di interesse da non perdere assolutamente;
  • il secondo consiglio lo do a chi ha in programma a Roma una vacanza romantica. Questo percorso e gli altri tre sono perfetti per far colpo su qualsiasi ragazza, ma anche per una vacanza di coppia!

Andiamo dunque a scoprire da dove iniziare il nostro viaggio di un giorno intero in una delle città più belle e magiche del mondo…

“Roma può anche non essere visitata tutta, basta anche una sola piccola parte per innamorarsene perdutamente”

Roma al tramonto

Itinerario nel centro di Roma: si parte dalla città del vaticano!

Giorno 2 – Città del Vaticano e Trastevere

Dopo la prima giornata dedicata al Tridente e al Centro Storico oggi esploriamo Città del Vaticano e Trastevere.

Quello che segue è l’intero itinerario che affronteremo insieme, ma se volete sapere di più di ogni tappa compresa nel tour allora continuate a leggere fino alla fine ?

Iniziamo l’itinerario!

Anche questa volta prendiamo una fermata della Metro A come punto di partenza del nostro percorso; la fermata di Lepanto, nel quartiere Prati, uno dei più chic di Roma.

Godetevi l’atmosfera del quartiere fatto di viali alberati, strade ricche di negozi e piccole piazzette tranquille e intanto avviatevi attraverso Via Marcantonio Colonna in direzione della nostra prima tappa.

#1 Piazza Cavour

Piazza Cavour è una delle piazze più particolari di Roma in quanto ha dei tratti che più si avvicinano alle grandi piazze del Nord Europa; sembra infatti più uscita da una cartolina di Vienna o Copenhagen che da uno scorcio romano!

Alle spalle della piazza sorge nella sua imponenza il palazzo della Corte Suprema di Cassazione, chiamato con affetto dai romani veraci “Er Palazzaccio”. 

Prendiamoci un attimo per ammirare la piazza, poi si procede verso uno dei simboli di Roma: Castel Sant’Angelo!

#2 Castel Sant’Angelo

L’antica fortezza papale si vede benissimo da Piazza Cavour e, come potete immaginare, si raggiunge in pochissimi minuti.

La storia del Castello è travagliata come la città che l’accoglie: venne costruito come mausoleo per l’Imperatore Adriano  nel 125 D.C., divenne poi una fortezza sotto l’Imperatore d’Occidente Onorio, fu utilizzata dai papi come castello e durante il Risorgimento divenne una caserma.

Oggi è un museo che potete, anzi dovete, visitare (sappiate però che ci vorrà tempo!).

La cornice del Castello è unica: davanti a voi il Tevere, mentre sulla sinistra potete scorgere l’imponente cupola di San Pietro in tutto il suo splendore.

Se poi la giornata è soleggiata allora godetevi un po’ di calura su Ponte Sant’Angelo, che si trova proprio davanti il Castello.

Itinerario nel centro di Roma

#3 Passetto di Borgo

Qui una piccola chicca: sul lato ovest di Castel Sant’Angelo potrete ammirare una delle perle di Roma, ossia il Passetto di Borgo.

Si tratta di un passaggio segreto che usavano i papi per fuggire da San Pietro e rifugiarsi a Castel Sant’Angelo durante assedi o minacce incombenti.

Il Passetto correva lungo il perimetro delle Mura Vaticane per poi continuare in direzione Castel Sant’Angelo.

Fu utilizzato più di una volta nel corso dei secoli, come per esempio durante l’invasione dei lanzichenecchi di Carlo V.

Con l’avvento della polvere da sparo correre lungo il percorso divenne pericoloso per via dei proiettili vaganti.

Fu così che i papi escogitarono uno stratagemma, ossia quello di far correre prima di loro una controfigura con abiti papali, in modo di attirare l’attenzione (e i proiettili) dei nemici in assedio.

Il passetto è qualcosa di unico, che arricchirà di sicuro il vostro itinerario nel centro di Roma.

#4 Via della Conciliazione

Abbiamo finito per oggi con Castel Sant’Angelo, dirigiamoci ora verso Via della Conciliazione, una delle vie più suggestive di Roma.

Infatti il viale si affaccia davanti San Pietro in un gioco di prospettive che lascia chiunque la percorra in soggezione. Ci si sente letteralmente impotenti davanti “Ar Cuppolone“!

Peccato che per creare il viale, Mussolini nel 1936, distrusse un intero isolato di palazzi medievale!

cosa non perdere a Roma, itinerario nel centro di Roma

#5 piazza del vaticano

Dopo l’incredibile passerella di Via della Conciliazione eccoci in una delle più famose piazze del mondo.

Soltanto per descrivere Piazza San Pietro ci vorrebbe un articolo intero.

Su cosa soffermarsi?

Sull’incredibile colonnato del Bernini e sui giochi di prospettiva (se vi posizionate in due determinati punti della piazza la prospettiva farà sembrare che, per ogni fila di colonne, ce ne sia soltanto una)!

Sulla facciata della Basilica?

Oppure sulla finestra dalla quale ogni domenica il papa recita l’Angelus?

Sulle fontane?

O sui bassorilievi dei Quattro Venti che si trovano nei dintorni del Obelisco Vaticano?

Piazza San Pietro è uno spettacolo dell’architettura (tanto che l’abbiamo inserita tra le meraviglie architettoniche italiane).

Una volta qui potreste arricchire il vostro itinerario nel centro di Roma con due opzioni: o visitare la Basilica di San Pietro e salire in cima al Cuppolone, oppure deviare per fare una capatina ai Musei Vaticani, dei quali abbiamo parlato in questo articolo tempo fa!

In ogni caso sappiate che entrambe queste opzioni vi porteranno via moltissime ore, sia per la fila, sia per l’enorme quantità cose da vedere.

Magari programmate queste due attività per il giorno successivo!

itinerario nel centro di Roma

#7 Ponte Vittorio Emanuele II

E’ il momento di continuare il nostro itinerario nel centro di Roma e dobbiamo lasciare Piazza San Pietro.

Ripercorriamo Via della Conciliazione a ritroso e giriamo per Via San Pio X che porta verso Ponte Vittorio Emanuele II.

Questo è il ponte che ci farà attraversare il Tevere e raggiungere la sponda sud del fiume, dove resteremo per buona parte della giornata.

Da qui fiondiamoci verso Via dei Banchi Vecchi, dove ci sarà da perdere la testa!

Prepararvi ad entrare nella in una delle vie più autentiche di Roma!

#8 Via dei Banchi Vecchi

Solo un vero romano vi può portare lungo una stradina tanto fantastica ed affascinante come Via dei Banchi Vecchi.

Lungo la via si possono trovare gallerie d’arte e piccoli negozi di artigianato, bar e pizzerie a conduzione familiare che sembrano usciti da piccoli paesini appenninici, portoni antichissimi con cortili interni immersi nel verde…

Un’atmosfera unica che mai vi farà pensare di essere in una capitale europea con più di 2 milioni di abitanti!

Se poi avete fame (su per giù dovrebbe essere ora di pranzo), allora qui troverete il posto giusto dove mangiare qualcosa al volo: Zucchero e Farina!

Questo forno è incredibile e potrete trovare una delle pizze al taglio più buone di Roma, nonché deliziosi pasticcini e cornetti. L’ideale per uno spuntino veloce.

#9 Santa Lucia del Gonfalone

Dopo il break continuiamo la nostra passeggiata per Via dei Banchi Vecchi.

Tra i vicoletti e i bar vi consiglio di dedicare qualche minuto all’affascinante Santa Lucia del Gonfalone, una piccola ma strabiliante chiesa.

Al suo interno, oltre ad architetture stupefacenti, potrete trovare un incredibile organo a canne.

Se siete fortunati potreste anche imbattervi in una intensa performance di canto lirico.

L’ultima volta che ho visitato la chiesa una bravissima ragazza stava intonando canti lirici accompagnata dall’organo. Davvero un’esperienza unica!

#10 Piazza Caterina della Rota

Dopo Santa Lucia del Gonfalone continuate per Via di Monserrato e vi imbatterete nella piccola e graziosa Piazza Caterina della Rota.

La piazza è piccola e raccolta, e secoli fa fungeva da punto di incontro degli abitanti del Rione Regola, nel quale ci troviamo.

Oggi è uno degli angoli più autentici di Roma (anche se a volte la sosta selvaggia rovina l’atmosfera).

Inoltre da qui potrete raggiungere Piazza Farnese.

#11 Campo de’ Fiori

Da Piazza Farnese, attraverso una piccola stradina, potete raggiungere un’altra celebre piazza romana, amata soprattutto dai giovani, in quanto mecca della movida romana: Campo de’ Fiori.

La piazza è famosa per svariati motivi (oltre che per la sua bellezza): per i locali che si affacciano sul suo perimetro, per i banchi che vendono fiori, ma soprattutto per la statua di Giordano Bruno che spicca nel centro esatto dell’area.

La statua è una delle più iconiche di Roma e sorge sul punto esatto dove, nel 1600, il filosofo fu arso vivo dall’Inquisizione.

Da secoli quella statua porta con sé un profondo significato simbolico e, secondo mio personale parere, è uno dei luoghi più significativi della Città Eterna!

itinerario nel centro di Roma, piazze famose

#12 Il Ghetto Ebraico

Da Campo de’ Fiori spostiamoci verso Via dei Giubbonari, attraversiamo via Arenula e immergiamoci nell’antico Ghetto Ebraico di Roma.

Non voglio sembrare ripetitivo ma sì, anche questo è uno dei luoghi più affascinanti di Roma!

Il Ghetto è un mondo a parte, fatto di piccole stradine, botteghe e ristoranti caratteristici.

Il quartiere porta dietro di sé una storia che emerge prepotente da ogni palazzo, angolo e san pietrino.

Assolutamente da non perdere: il Teatro Marcello, il Portico di Ottavia, la Fontana delle Tartarughe e ad ogni costo provate i carciofi alla giudia.

#13 L’Isola Tiberina

Questa parte del nostro itinerario nel centro di Roma ci ha preso gran parte della giornata.

A pomeriggio inoltrato torniamo in direzione del Tevere e prepariamoci ad attraversare la più piccola isola abitata al mondo: l’Isola Tiberina!

L’isola taglia in due il Tevere ed è una tappa assolutamente da fare.

Sull’isola sorge l’ospedale Fatebenefratelli e l’ospedale Istraelitico; il lembo di terra strappato al Tevere durante l’epoca romana fu adibito a tempio per il dio Esculapio, dio della medicina.

Da qui la ragione della presenza di ben due ospedali.

itinerario nel cuore di Roma

#14 Trastevere

Una volta giunti dalla parte opposta del Tevere, lasciamoci il fiume sulla destra e procediamo verso il quartiere o rione di Trastevere, dove concluderemo la giornata con un bel aperitivo e una bella cena.

Superiamo Viale Trastevere ed immergiamoci nel dedalo di stradine che attraversano il quartiere storico.

Trastevere è particolarmente amato dai giovani e dagli statunitensi, che qui troverete in abbondanza.

Il perché è facile da intuire: ci sono una moltitudine di locali e di ostelli, nonché la prestigiosa Università Americana di Roma.

Prima di cena abbiamo un’ultima tappa da fare!

#15 Basilica di Santa Maria in Trastevere

Ebbene sì, un’altra chiesa nel nostro itinerario nel centro di Roma!

Santa Maria in Trastevere però è uno degli edifici religiosi più interessanti di Roma.

Sarà per la location oppure per la facciata esterna della chiesa, ma questo edificio mi ha sempre affascinato sin da bambino e spero faccia lo stesso con voi.

Dopo una veloce sosta partiamo subito alla ricerca di un posto dove mangiare.

Ecco qualche consiglio 100% testato dal sottoscritto.

Se avete voglia di cucina romana allora vale la pena fare la fila per un tavolo da Grazie & Graziella, un locale giovane e che serve piatti tipici romaneschi sotto chiave moderna.

I prezzi poi sono accessibili, nonostante si trovi in un’area altamente turistica.

Se invece siete alla ricerca di un locale più alla mano, magari una pizzeria, allora Ivo a Trastevere fa per voi.

Pizza romana a prezzi più che buoni, in un contesto 100% romano.

#16 Piazza Trilussa

Dopo la cena finiamo la nostra giornata con una birra a Piazza Trilussa.

La piazza si raggiunge seguendo dedali di stradine ed è uno dei luoghi d’incontro più amato dai romani.

Alle spalle della piazza troverete decine di piccoli pub e locali che servono cocktail e shot a prezzi davvero alla mano.

Insomma il modo migliore per concludere il nostro itinerario nel centro di Roma… o forse no?

dove cenare a Trastevere, itinerario nel centro di Roma

#17 Il Gianicolo

C’è infatti un’ultima tappa che vorrei proporvi.

Lo so che siete stanchi, ma non potete visitare Roma e non passare per di qua almeno una volta.

Sto parlando della Terrazza del Gianicolo.

Da Trastevere sono davvero due passi (e qualche scalino) e arriverete in una delle terrazze panoramiche più belle d’Europa.

Soprattutto di notte lo spettacolo è struggente; non solo Roma ma in lontananza potrete ammirare le luci dei paesini che si trovano sui Castelli Romani, le montagne che si trovano a nord est di Roma.

Con il Gianicolo concludiamo il nostro itinerario nel centro di Roma.

Spero vi sia stato d’aiuto e che non vi siate persi tra i meandri di Roma.

Lo so che Roma è davvero difficile da visitare soprattutto se si hanno pochi giorni a disposizione, ma spero che questa veloce guida possa darvi una mano ad organizzare un po’ meglio il vostro itinerario.

Fatemi sapere se è stato così e in ogni caso…

…Buon viaggio!

Un libro, un film una canzone:

  • Il Marchese del Grillo (1981) regia di Mario Monicelli.

[schema type=”person” name=”Davide Diana” url=”www.portalemondo.com” city=”Dublin” country=”IE” email=”portalemondo@gmail.com” ]

 

Rispondi

RELATED POSTS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: