La città segreta: itinerari da scoprire a Milano

La capitale meneghina ha tanto da offrire a chi la visita, ma soprattutto a chi ne sa cogliere i segreti. Ecco alcuni itinerari da scoprire a Milano!

Sottoterra, in superficie, a piedi e ad alta quota: modi alternativi di riscoprire Milano e di conoscere tutti i lati più nascosti del capoluogo lombardo.

Oggi parlerò proprio di alcuni degli itinerari da scoprire a Milano che ci porteranno per le vie della città a attraverso i luoghi, i monumenti e i personaggi che ne hanno fatto la storia della città e non solo.

Volete scoprire la Milano nascosta?

Non dimenticate di indossare delle scarpe comode per muovervi a piedi attraverso i sei Sestieri storici in cui era anticamente divisa il centro storico della città di Milano: Porta Orientale, Romana, Ticinese, Vercellina, Nuova e Comasina.

Qui, a pochi passi dalle sponde del Naviglio Grande, troveremo i luoghi che hanno caratterizzato la vita tormentata e visionaria della poetessa Alda Merini: dal canale che l’ha ispirata per la scrittura dell’opera Canto Milano”, passando per la sua casa, fino ad arrivare allo Spazio Alda Merini, al secondo piano di Via Magolfa 32, dove sono esposti frammenti delle pareti su cui la poetessa scriveva i suoi versi col rossetto.

Itinerari da scoprire a Milano: sopra e sotto la città

E’ giunto il momento di addentrarci nel lato più oscuro e in ombra della città per conoscere la Milano sotterranea.

La nostra seconda tappa inizierà sotto il sagrato del Duomo che include il complesso archeologico più antico, nucleo dei primi cristiani e dove è possibile vedere resti di strade romane e il Battistero di San Giovanni alle Fonti dove venne battezzato Sant’Agostino.

Concludiamo il nostro passaggio sotto la superficie con una visita a Piazza Missori dove potremo ammirare l’unica cripta romanica di Milano, quella di San Giovanni in Conca.

Una volta riemersi sarà il momento di vedere Milano dall’alto e iniziare il nostro tour delle terrazze panoramiche.

Il punto di partenza sarà ancora una volta il Duomo, dal cui tetto potremo godere di una visione a 360 gradi della Madonnina e della piazza sottostante.

Itinerari da scoprire a Milano terrazza Duomo

Da lì ci sposteremo verso la Torre Branca, al centro di Parco Sempione.

Saliti in cima, lo sguardo si poserà sul Palazzo della Triennale, sull’Arco della Pace, sul Castello Sforzesco e su quello Stadio San Siro che ospita le partite di Inter e Milan, squadre che sono in prima fila secondo i bookmakers sportivi per la conquista di uno dei primi quattro posti nella Serie A 2018/2019.

A pochi metri dall’impianto sportivo delle milanesi c’è il Monte Stella, noto anche come Montagnetta di San Siro: stiamo parlando di un’altura costruita con le macerie causate dai bombardamenti della seconda guerra mondiale e oggi trasformata in parco cittadino.

itinerario originale Milano

A Milano sulle orme dei grandi artisti

Impossibile visitare Milano senza ripercorrere le orme di Leonardo da Vinci.

Anche per questo percorso ci muoveremo a piedi.

Il nostro punto di partenza sarà il Cenacolo, situato nel refettorio di Santa Maria delle Grazie.

Da lì muoviamoci verso il Castello Sforzesco dove potremmo ammirare due delle opere più importanti del genio toscano: il grande affresco sulla volta della sala delle Asse e il Codice Trivulziano.

Ultima tappa quella della Biblioteca Ambrosiana dove è contenuto il Codice Atlantico.

La capitale meneghina è celebre anche per le sue case museo e per tre di esse in particolare (scopri altre 10 case museo da visitare in giro per il mondo).

La prima è il Museo Bagatti Valsecchi, situato nel quartiere Montenapoleone.

Al suo interno potremmo ammirare una collezione di dipinti e manufatti d’arte applicata risalenti al 500 lombardo.

A meno di dieci minuti di distanza troviamo Villa Necchi Campiglio, una struttura piena di arredi decò e pezzi d’arte importanti, resa ancora più preziosa dalle collezioni di de’ Micheli e di Gian Ferrari che hanno fatto arrivare quadri di Tiepolo, Canaletto, De Chirico, Wildt nella residenza.

Altri 20 minuti a piedi e ci fermeremo davanti Casa Boschi Di Stefano in via Giorgio Jan.

Al suo interno troveremo un’importante testimonianza dell’arte italiana del secolo scorso con sculture, disegni e pitture.

Per i più curiosi chiudiamo con una chicca.

Potremo visitare Milano anche seguendo le impronte dei maggiori esponenti della street art cittadina.

Oltre alle opere del quartiere Isola ci sono altri due luoghi dove scoprire bellissimi murales: lungo il Naviglio Paese e in Corso di Porta Ticinese.

Rispondi

RELATED POSTS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: