10 luoghi minacciati dai cambiamenti climatici da visitare

Luoghi minacciati dai cambiamenti climatici

Pronti a partire alla scoperta di questi 10 luoghi minacciati dai cambiamenti climatici? Beh, spero di sì, altrimenti potreste perdere la vostra occasione prima che sia troppo tardi!

 

No, non voglio fare il catastrofico né tanto meno il pessimista; voglio solo essere un fervente realista e parlare tranquillamente di alcuni dei luoghi più belli del pianeta che in un breve futuro i nostri figli non potranno più visitare.

 

Seguo il dibattito sui cambiamenti climatici sin da quando era un piccolo e innocente bambino spaventato dal futuro e soprattutto dall’umanità ed è un tema che ho molto a cuore.

 

Non entrerò in merito alla diatriba su chi crede e non al devastante impatto che la mano dell’uomo stia avendo su questo bellissimo pianeta.

 

Voglio solo, con questa Top viaggi, sensibilizzare chi legge i miei articoli (siete sempre di più, grazie mille 😀 ).

 

Come spero sappiate è notizia di poche settimane fa che abbiamo solo 12 anni per salvare il pianeta:  secondo il rapporto dell’Ipcc la temperatura globale sta salendo più velocemente del previsto e arriverà a toccare per il 2040 la soglia che era prevista per la fine del 2100.

 

12 anni per salvare un pianeta sono davvero pochi, però vorrei soltanto soffermarmi su un piccolo particolare che molti sottovalutano: il pianeta si salverà comunque, lo ha già fatto decine di volte… quelli da salvare siamo noi e i nostri figli, perché la terra sopravviverà.

 

Noi, beh questo non lo so!

 

Comunque, fauste previsioni a parte, voglio portarvi alla scoperta di 10 luoghi minacciati dai cambiamenti climatici in modo magari da farvi vedere cosa andremo a perdere se non modificheremo i nostri comportamenti.

 

E cambiare si può, anche nel quotidiano!

 

Piccole accortezze possono fare molto: ricicliamo, non sprechiamo energia, usiamo mezzi pubblici per spostarci quando è possibile, compriamo prodotti a km 0 e molti altri altri consigli che potete trovare in giro per la rete.

 

Comunque sia bando alle ciance e partiamo per questo viaggio tra le località che forse i nostri figli non potranno visitare (ultima battuta disfattista, lo prometto 🙂 ).

 

Ecco 10 luoghi minacciati dai cambiamenti climatici

 

#1 Venezia – Italia

 

Inizio la mia top con forse il luogo più scontato di tutti: Venezia.

 

Non è di certo una novità: quanto può essere vulnerabile, in un modo dove i ghiacci dei poli si stanno sciogliendo, una città che sorge a pochi centimetri dalla superficie dell’acqua?!?!

 

Venezia è un tesoro fragile, già minacciato da un turismo di massa venefico che invece di aiutare la popolazione veneziana ne sta fiaccando le forze, ed ora anche dai cambiamenti climatici e non solo (molte attività umane come quella estrattiva stanno mettendo in serio pericolo la Serenissima).

 

Purtroppo basteranno anche pochi cm in più e la stupenda regina della laguna finirà sott’acqua; non basterà di certo il tanto famigerato Mose a salvarla da questo futuro infausto.

 

Non è meglio prevenire che curare in questo caso? E magari permettere ai nostri nipoti di poter dar da mangiare ai piccioni a Piazza San Marco?

 

Venezia minacciata dai cambiamenti climatici

 

#2 Glacier National Park – Stati Uniti

 

Non c’è luogo negli Stati Uniti più adatto del Glacier National Park per toccare con mano l’impatto del cambiamento climatico sull’ambiente.

 

Il nostro caro Trump non crede al Global Warming, forse dovrebbe passare di qui almeno una volta nella vita: il parco contava fino a 100 anni fa ben 150 ghiacciai, inseriti nella stupenda cornice delle montagne del Montana, mentre oggi ne restano si e no 25.

 

E tra meno di 30 anni non ce ne sarà nessuno.

 

Se volete farvi un viaggio negli USA alla scoperta dei suo parchi nazionali (se lo fate non dimenticatevi del Parco delle Montagne Rocciose che è da non perdere) allora vi consiglio di farlo presto: il Glacier National Park non resisterà a lungo.

 

scioglimento dei ghiacci in America

 

#3 Mont-Saint-Michel – Francia

 

Ecco un altro luogo minacciato dai cambiamenti climatici che si trova a pelo d’acqua.

 

Come per Venezia, Mont-Saint-Michel vive di maree da secoli; la “non isola” da secoli è uno dei luoghi più magici della Francia e del mondo, ma da quando le emissioni di gas serra sono aumentate molti studiosi si chiedono per quanto tempo ancora questo luogo vivrà in armonia con le proprie maree.

 

Mont-Saint-Michel è stato inserito tra i siti UNESCO più minacciati dai cambiamenti climatici e poco si potrà fare se il livello del mare si innalzerà inesorabilmente.

 

L’isola, oggi meta preferita da inserire in itinerari nel Nord della Francia, per ora sta reggendo ma chi può dire quale sarà la situazione da qui al 2040?

 

Voi che ne pensate???

 

luoghi minacciati dai cambiamenti climatici

 

#4 New Orleans – Stati Uniti

 

L’orrore dell‘uragano Katrina vive ancora nei ricordi di chi lo ha vissuto sulla propria pelle più di 10 anni fa: la vivace e colorata capitale del carnevale targato USA è forse uno dei più famosi luoghi minacciati dai cambiamenti climatici al mondo.

 

Non sto parlando solo di innalzamento del livello dei mari ma anche di fenomeni atmosferici anomali, come nel caso dell’uragano che quasi distrusse la città in passato.

 

Immaginate dover sopportare eventi tremendi come quello ogni 5 anni, poi 2 anni e infine ogni anno!

 

Dal 2005 ad oggi molte persone hanno già lasciato la città diventando, tristemente, i primi profughi climatici degli Stati Uniti. 

 

Quando si parla di cambiamenti climatici nessuno pensa anche a queste persone: immaginate un futuro dove milioni di persone si spostano per fuggire a siccità o uragani.

 

Dove andranno?

 

E oggi ci preoccupiamo di qualche migliaia di migranti nel Mediterraneo.

 

Ma per il momento godetevi il carnevale e il jazz di New Orleans, che per il resto c’è tempo! 😉

 

new orleans e gli uragani

 

#5 Città del Capo – Sudafrica

 

Città del Capo è stata la prima grande metropoli a dover affrontare una crisi idrica senza precedenti.

 

A causa di una siccità davvero troppo lunga ma soprattutto della noncuranza dei suoi abitanti, che per anni hanno letteralmente sperperato le riserve idriche della città, Città del Capo ha rischiato di rimanere senza una goccia d’acqua.

 

Uno scenario di certo non idilliaco per una metropoli da quasi 4 milioni di abitanti.

 

Alla fine la città si è salvata, imponendo rigorosi controlli sui consumi e annullando gli sprechi, però pensate in un prossimo futuro, quando le temperature aumenteranno (se nessuno farà nulla).

 

Di certo in una città senza acqua sarà impossibile vivere, figurarsi fare il turista o prendere parte a tour guidati diretti nell’entroterra alla scoperta della fauna africana.

 

Città del Capo senza acqua

 

#6 La Grande Barriera Corallina – Australia

 

Ecco una delle meraviglie più grandi della natura altamente a rischio a causa dei cambiamenti climatici.

 

La Grande Barriera Corallina sta andando incontro ad un inesorabile destino a causa di uno degli effetti collaterali del Global Warming (o meglio a causa della troppa anidride carbonica nell’atmosfera): l’acidificazione degli oceani.

 

Molta dell’anidride carbonica emessa in atmosfera dalle attività umane infatti si scioglie nelle acque marine, alterando irrimediabilmente il ph dell’acqua e trasformando lentamente gli ecosistemi marini in veri e propri cimiteri subacquei.

 

L’alto tasso di acidificazione va a colpire molluschi e coralli, che non riescono più a “costruire” gusci e strutture che costituiscono le barriere coralline.

 

Si stima per prima della fine del secolo gran parte delle barriere coralline sarà bella che andata!

 

Quindi se amate il mare vi consiglio di affrettarvi a fare un salto in Australia ed a riempirvi gli occhi con questa meraviglia prima che sia troppo tardi.

 

grande barriera corallina minacciata

 

#7 Miami – Stati Uniti

 

Ecco un altro dei luoghi minacciati dai cambiamenti climatici più emblematico di tutti: Miami.

 

Miami, come per Venezia, avrà presto un grave problema di “acque alte”: anche con un lieve aumento del livello del mare gran parte della città finirà sott’acqua.

 

Ma questo non pare spaventare gli intrepidi americani che con noncuranza continuano a costruire in luoghi sempre più vicini al mare.

 

Oltre che dall’innalzamento dei mari la città è minacciata da uragani sempre più violenti e mareggiate che ogni anno creano migliaia di dollari di danno.

 

Un vero peccato perché Miami custodisce uno dei quartieri Art Dèco più interessanti d’America e anche notevoli opere di street art e graffiti.

 

Ce ne faremo una ragione purtroppo!

 

Miami e i cambiamenti climatici

 

#8 Kilimangiaro – Tanzania

 

La montagna simbolo dell’Africa non è in pericolo, voglio essere chiaro, ma ad esserlo è il suo ghiacciaio.

 

La cima innevata del vulcano, simbolo per sé della montagna, è in condizioni drammatiche tanto che già nel 2020 si pensa possa scomparire.

 

La neve è diminuita ogni anno, le temperature aumentate e la soglia dello zero termico si è spostata sempre più in alto, condannando uno dei pochi ghiacciai africani a fine certa.

 

Per decenni questo ghiacciaio ha attirato sognatori e avventurieri pronti a scalare l’incredibile montagna affrontando giungle, salite ripide e infine il gelido abbraccio della cima totalmente avvolta da bianca neve solidificata.

 

Purtroppo ancora pochi anni e il Kilimangiaro diventerà come un 50enne calvo: affascinante ma con un non so che che manca!

 

il ghiacciaio del KIlimangiaro

 

#9 Maldive

 

Al nono posto dei luoghi minacciati dai cambiamenti climatici metto un’intera nazione: le Maldive.

 

Potete solo immaginare il perché!

 

Di certo con questo vociferare di innalzamento del livello dei mari nazioni insulari come questa non possono dormire sonni tranquilli.

 

Ma a differenza di come si crede gli abitanti delle isole asiatiche stanno già pensando ad una contromossa: emigrare!

Infatti se la lotta ai cambiamenti climatici fallisse il piano B sarebbe quello di prendere e mollare tutto

 

Ad ogni modo oggi questo paradiso sembra ancora essere lontano dal raggiungere una coscienza ambientale, quindi se questo non è un problema per loro, può esserlo per noi?!?!

 

Le maldive affondano

 

#10 La Marmolada – Italia

 

Con l’ultimo dei luoghi minacciati dai cambiamenti climatici concludiamo il nostro viaggio da dove lo avevamo iniziato: in Italia!

 

La Marmolada, o meglio conosciuta come “la Regina delle Dolomiti“, sta perdendo uno dei tratti che più la contraddistinguevano dalle altre cime montuose: il suo ghiacciaio!

 

Il lento declino di questo muro di ghiaccio è documentato da foto storiche che ritraggono quale fosse la sua condizione anche solo 40 anni fa.

 

Inutile dire che con questo ghiacciaio l’Italia sta perdendo un gran bel pezzo di storia e soprattutto un simbolo identitario per tutto il territorio.

 

Concludendo vorrei mettere da parte il tono sarcastico che ho tenuto per tutto l’articolo.

 

A volte lo sconforto mi assale vedendo il menefreghismo della società di oggi, più interessata ai likes su una foto di Instagram che a tematiche come quelle ambientali.

 

Però in cuor mio spero e so che inizieremo a combattere tutti insieme per difendere quello che abbiamo, affinché lo abbiano anche i nostri figli e i nostri nipoti.

 

Marmolada e ghiacciaio che scompare

Rispondi

RELATED POSTS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: