Itinerario nel centro di Roma: visitare Aventino e Palatino

visitare Aventino e Palatino

Terzo appuntamento e terzo itinerario nel centro di Roma. Oggi vi porto a visitare Aventino e Palatino, due dei più famosi e importanti colli di Roma!

Con questo articolo vado a concludere il “trittico” di itinerari nel centro di Roma di cui ho scritto nelle ultime settimane e negli ultimi articoli.

Se vuoi avere un quadro più completo sul centro storico di Roma allora ti invito a leggere anche:

Oggi è il turno del mio personale itinerario 100% testato dal sottoscritto (ho vissuto a Roma e per Roma per 26 lunghi anni, quindi diciamo che so il fatto mio!) nell’ultima parte del centro della “Città Eterna“, ossia vi porto a visitare Aventino e Palatino, due dei Sette Colli più famosi di Roma e una delle aree più belle e suggestive della capitale.

Il Palatino ospitava il palazzo degli imperatori (palatium deriva dal colle romano) ed è oggi una delle aree archeologiche più interessanti del mondo.

Hotel a Roma, ecco i migliori

L’Aventino invece è uno dei quartieri più verdi e affascinanti della capitale (sin da bambino ho sempre avuto il pallino di comprare casa lì un giorno, non so perchè ve lo sto dicendo, forse per farvi calare di più nel giusto mood!) che presenta piccole perle nascoste che vi farò scoprire con tutta calma.

Prima di iniziare però due premesse già fatte in precedenza:

  • il seguente itinerario è perfetto da seguire in un’intera giornata. Scordatevi di poter unire uno o più percorsi in un solo giorno, diventereste pazzi. Segnerò punto per punto e uno ad uno i punti di interesse da non perdere assolutamente;
  • il secondo consiglio lo do a chi ha in programma a Roma una vacanza romantica. Questo percorso e gli altri tre sono perfetti per far colpo su qualsiasi ragazza, ma anche per una vacanza di coppia!

Bando le ciance e scopriamo per quali motivi dovete visitare Aventino e Palatino!

“Tra Aventino e Palatino i luoghi da vedere non si contano, e non tutti sono conosciuti!”

Visitare Rome a il colle Palatino

Visitare Aventino e Palatino: le mie personali dritte!

Giorno 2 – Aventino e Palatino

Quello che segue è l’intero itinerario che affronteremo insieme, ma se volete sapere di più di ogni tappa compresa nel tour allora continuate a leggere fino alla fine ?

Iniziamo l’itinerario!

Iniziamo il nostro lungo giro dalla fermata della Metro B di Cavour, tra Colosseo e Termini, in uno dei quartieri storici più In di Roma.

Di quale quartiere sto parlando???

Ma di Monti, ovviamente!

#1 Rione Monti

Una volta usciti dalla metropolitana vi trovete immersi nel Rione Monti, impossibile sbagliare o perdersi: appena fuori da Cavour ce l’avete davanti!

Monti è un mosaico incredibile di colori e atmosfere e vi consiglio di cuore di dedicare parte della mattinata nella sua esplorazione.

Perdetevi in qualche viuzza o assaporate un espresso in uno dei tanti bar e chioschetti, questo è il modo migliore per iniziare la giornata a Roma.

Per il resto vi lascio ad un articolo dettagliato che ho scritto tempo fa su cosa vedere a Rione Monti.

#2 San Pietro in Vincoli

Se avete letto l’articolo sul Rione Monti possiamo continuare 🙂

Trovate la Salita dei Borgia, un stretta viuzza che attraversa anche Via Cavour, e salite uno ad uno i ripidi scalini di pietra.

Passate sotto un arco perennemente coperto da edera rampicante e sbucherete in una piccola piazza nacosta dalla città.

Sto parlando di Piazza di San Pietro in Vincoli, dove si trova l’omonima basilica.

La piazza sembra essere lontana anni luci dalle trafficate vie del centro di Roma.

Dovete assolutamente entrare nella basilica, dove si trova una delle opere d’arte più belle e famose al mondo: il Mosè di Michelangelo!

Il Mosè dovrebbe essere inserito in ogni vero itinerario romano.

La scultura è imponente, inserita in una cornice unica; trovarcisi davanti mette i brividi e lascia senza fiato!

Inoltre nella basilica è custodita una delle reliquie più sacre del mondo cristiano: le catene di San Pietro.

Insomma in ultima analisi la Basilica è forse uno dei punti forti del mio itinerario (ma non l’unico).

#3 Colosseo e il Foro Romano

Le emozioni non sono finite, anzi siamo solo all’inizio.

E’ giunto il momento di un altro pezzo da 90!

Tornate sulla piazza, procedete lungo Via Eudossiana, girate l’angolo e vi troverete davanti il Colosseo in una prospettiva unica!

Vedrete emergere il Colosseo in tutto il suo splendore dal Colle Oppio , roba da brividi (li ho provati personalmente!).

La magnificenza dell‘Anfiteatro Flavio vi lascerà senza fiato.

Dopo aver recuperato i sensi procedete in direzione del monumento; si va a visitarlo!

Ho scritto anche un articolo con qualche dritta su come visitare il Colosseo e i Fori Imperiali (il biglietto è lo stesso), quindi vi rimando a quell’articolo e ci rivediamo qui 🙂

Vi consiglio anche di acquistare i biglietti per il Colosseo online, in modo da saltare la fila e risparmiare tempo.

prezzi biglietti Colosseo

#4 Il Palatino

Per il Palatino valo lo stesso dei Fori Imperiali: il biglietto fatto al Colosseo vi permetterà di visitare anche il Colle degli Imperatori!

A mio parere questa è una delle idee migliori che si poteva avere.

Usando lo stesso biglietto potrete visitare Colosseo + Foro + Palatino, un incentivo davvero niente male che dovrebbe portare, non solo i turisti, ma anche qualsiasi bravo romano a conoscere le bellezze della propria città.

Visitando il Palatino non perdete la Casa di Augusto, con i suoi affreschi recentemente restaurati.

Davvero uno spettacolo per gli occhi!

La visita all’enorme area archeologica vi prenderà sicuramente più di 4 ore, quindi partite da casa con una bella sfilza di panini!

Una volta esplorato il Palatino attraversate tutti i Fori e passate per l’uscita che si trova dietro il Campidoglio.

Il nostro itinerario continua!

#5 Campidoglio

Questo più che un itinerario nel centro di Roma è un percorso attraverso i 7 Colli di Roma!

Dopo il Colle Oppio e quello Palatino eccoci sul Campidoglio, il centro politico della città.

Qui le cose da non perdere sono davvero tante: la statua di Marco Aurelio (o meglio la copia) posizionata al centro della piazza e i Musei Capitolini sono solo un veloce antipasto.

Una visita ai Musei Capitolini ve la consiglio, tuttavia se vogliamo visitare Aventino e Palatino in un giorno allora le cose si complicano. Soprattutto se avete passato le precedenti 4 ore all’interno dei Fori.

In ogni caso anche la sola vista panoramica che si code dal colle può valere la giornata!

Fatto il giro della piazza scendete per la scenografica scalinata che vi porterà a Via del Teatro di Marcello.

visitare colli di roma

#6 Teatro di Marcello

Proseguendo per l’omonima via potrete imbattervi nella silhouette del Teatro di Marcello.

L’antico teatro, alle cui spalle si trova il Ghetto Ebraico di Roma, è inserito in una cornice incredibile.

Tutto il viale che porta dal Campidoglio fino alla nostra prossima tappa è un susseguirsi di stili urbani e architettonici diversi.

Abbiamo il Teatro Marcello di epoca classica, antichi edifici medievali, campanili rinascimentali ed architetture del ventennio fascista.

Una sovrapposizione urbana che solo a Roma si può trovare!

#7 Bocca della Verità

Non c’è tempo per rilassarsi: superato Teatro Marcello, dopo neanche cinque minuti, ci troviamo nella stupenda Piazza della Bocca della Verità.

La Piazza è piena di punti di riferimento interessanti: c’è il Tempio d’Ercole, la Fontana dei Tritoni del Bizzaccheri e la Chiesa di Santa Maria Cosmedin, sotto il quale porticato è custodita la famosissima Bocca della Verità, prossima tappa del nostro itinerario.

Ora, tutti conoscono questo monumento per via della leggenda secondo la quale un boia, posizionato dietro la grande bocca, “giustiziava” ladri e bugiardi tagliandogli la mano.

La verità è che l’enorme faccia marmorea non era altro che un tombino, che serviva a drenare le acque piovane.

Ovviamente la leggenda ci va bene, quindi armiamoci di pazienza e mettiamoci in fila sotto il porticato per una foto.

E’ possibile scattare una sola fotografia (provvedimento atto a far scorrere la fila velocemente) e da qualche tempo a questa parte è stata inserita una tariffa di 2 €.

Un prezzo modesto per un bel ricordo.

La fila scorre veloce come detto, subito dopo la foto di rito potete visitare la chiesa e poi, una volta fuori si continua…

prezzo biglietto bocca della verità

#8 Circo Massimo

Altra tappa di spessore del nostro giro: siamo arrivati al Circo Massimo, un tempo teatro di spettacoli equestri e oggi luogo di concerti e celebrazioni.

La forma del antico stadio è evidente.

Quel che rimane oggi è un grande avvallamento verde che tuttavia fa rendere conto di quanto imponente poteva essere in passato la struttura.

Se date le spalle alla Bocca della Verità e avete Circo Massimo davanti a voi, allora potete ammirare sulla sinistra il Palatino con il palazzo imperiale.

Se vi trovate in zona e vi è venuta fame vi consiglio di fare tappa da Max Roma, un ristorante che si trova su Viale Aventino (giusto a qualche passo da Circo Massimo) e che è perfetto per un break in santa pace.

Sono spesso andato a lì per aperitivi, cene e brunch e sono sempre rimasto soddisfatto; per questo lo consiglio anche a voi!

#9 Roseto Comunale

Lasciamoci il Circo Massimo alle spalle e iniziamo la “scalata” dell’Aventino!

Le possibili strade da percorrere sono molte, ma io vi consiglio Via della Murcia e ti spiego il perchè!

La ragione è una soltanto: il Roseto Comunale, uno degli angoli più romantici della capitale!

Soprattutto se vi trovate a visitare Roma in primavera e siete una coppia felice (se non lo siete allora qui ritroverete la vostra serenità) il Roseto deve essere una tappa irrinunciabile.

Come è scritto sul sito di TurismoRoma, “ogni maggio sbocciano 1.100 specie di rose“. Una vera e propria sinfonia di colori che renderà la vostra giornata migliore e profumata.

#10 Giardino degli Aranci

Vi avverto che l’Aventino è forse la cornice perfetta per un itinerario romantico a Roma e sicuramente in futuro ci farò un articolo a parte.

Dopo il Roseto Comunale, se proseguite per Via di Santa Sabina, arriverete davanti ad uno dei giardini segreti di Roma: il famosissimo Giardino degli Aranci.

Il Giardino degli Aranci si trova dentro le mura della Basilica di Santa Sabina e ad una prima occhiata può risultare nascosto, tuttavia il parco è uno dei luoghi pià amati e consigliati dai romani.

Il giardino prende il nome dai molti aranci che si trovano lungo il suo perimetro e la sua caratteristica più famosa è la terrazza dell’Aventino che da su Roma.

Cornice romantica perfetta dove passare una mezz’oretta.

#11 Piazza dei Cavalieri di Malta

Finiamo il trittico romantico con l’ultima chicca, ossia la spettacolare peculiarità di Piazza dei Cavalieri di Malta.

La piazza per sé non ha nulla di che, se non fosse per la porta che si trova sul alto destro dello slargo.

Anche la porta è alquanto anonima. E allora di che cosa sto parlando?

Del buco della serratura!

Chinatevi, guardate dentro e rimanete stupiti.

Dal buco delle serratura potrete ammirare il Cuppolone in lontananza, circondato da una cornice di siepi (come potete vedere dalla foto di Elisabetta Stringhi).

buco della serratura Piazza Cavalieri di Malta

#12 Testaccio e Monte dei Cocci

Prendetevi tutto il tempo che vi serve per riprendervi dai brividi e poi continuiamo a visitare Aventino e Palatino.

Scendete dal colle seguendo Via di Porta Lavernale, assaporate le atmosfere intime e nascoste del quartiere, le edere che si arrampicano sui palazzi, le viuzze silenziose che neanche sembra di stare a Roma e velocemente vi troverete davanti Testaccio, uno dei quartieri storici di Roma.

Il quartiere è un concentrato puro di romanità; infatti il nucleo purista di tifosi romanisti risiede qui.

Testaccio è uno spaccato di vita romana.

Se vi addentrate per di qui allora fate un rapito salto al Monte de Cocci, che può sembrare una collina naturale, ma invece non è altro che una discarica di epoca romana.

Tutta la collina è formata da cocci di anfore che gli antichi romani gettavano dopo aver usato. Penso che solo a Roma potete trovare una cosa del genere!

Per visitarlo dovete prenotare.

#13 Cimitero Acattolico

Scrivendo questa guida mi stanno venendo i brividi!

Il Cimitero Acattolico è un altro grande segreto di Roma, che solo in pochi conoscono.

Superando Via Marmorata si arriva nella stretta e verde Via Caio Cestio.

Qui si trova questo piccolo cimitero monumentale dove riposano artisti, scrittori emolte personalità di spicco non cattoliche morte a Roma.

La storia di questo luogo è davvero interessante e vi invito a scoprirla. Qui inoltre è stato sepolto Antonio Gramsci.

Inoltre ho già parlato di questo luogo in passato, in questo articolo su Ostiense, altro quartiere storico di Roma.

Dateci un’occhiata, anche perchè potrete trovare alcune stupende fotografie delle sculture che si trovano al suo interno.

#14 La Piramide Cestia

Il nostro itinerario finisce nel migliore dei modi sotto l’ombra della grande piramide di Roma.

Sì, per chi non lo sapesse a Roma c’è un piramide, la Piramide Cestia!

Sono cresciuto passando sotto la piramide e me la porto nel cuore, per questo dico senza ombra di dubbio che si tratta di uno degli angoli più stupefacenti di Roma.

Concludo con questo.

Ho già parlato a lungo e forse vi ho anche un po’ annoiato.

Il fatto è che, scrivendo queste questi tre articoli, mi sono reso conto di quanto Roma mi manchi e quanto effettivamente, per quanto caotica ed imperfetta sia, io ami questa città.

Più che altro spero di essere riuscito almeno un po’ a trasmettervi il mio amore per questa città eterna.

In ogni caso…

…buon viaggio!

Un libro, un film una canzone:

  • La grande bellezza (2013) regia di Paolo Sorrentino.

[schema type=”person” name=”Davide Diana” url=”www.portalemondo.com” city=”Dublin” state=”Ireland” country=”IE” email=”portalemondo@gmail.com” ]

Rispondi

RELATED POSTS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: