• No Products in the Cart

Visitare Barcellona: ecco come ho cambiato idea sulla città

Ecco qualche consiglio su come visitare Barcellona in pochi giorni, in quali zone soggiornare e come fare per evitare la ressa.

Barcellona mi ha dimostrato come i viaggi facciano maturare realmente le persone e soprattutto mi ha insegnato che mai si dovrebbe giudicare un luogo soffermandosi sulla prima impressione.

Non è la prima volta che mi trovo a passare per le strade di Barcellona: nel lontano ottobre 2013 passai un weekend a Barcellona che mi lasciò davvero un pessimo ricordo (per l’occasione scrissi un articolo su come visitare Barcellona in bicicletta).

Fu forse il tempo (piovve per 3 giorni), ma trovai la città sporca e poco sicura.

Una volta tornato a casa giurai a me stesso che non avrei mai più rimesso piede in quell’angolo di Spagna.

Meno male che crescendo si cambia!

Così ho voluto dare una seconda chance alla città: questa volta ho visitato Barcellona insieme alla mia ragazza in 3 soleggiati giorni di gennaio e devo ammettere di aver cambiato idea.

Ma questa volta Barcellona mi è piaciuta davvero!!!

Hotel a Barcellona scegli i migliori

Sarà stato il sole, il fatto di essere in coppia o di averla vissuta con un’ottica diversa, ma stavolta Barcellona mi ha davvero stupito.

Ho riflettuto su cosa era andato storto la prima volta e sto scrivendo questo articolo proprio per darvi 3 consigli su Barcellona che di sicuro vi aiuteranno a godere al meglio della città.

Proverò a rispondere a qualche domanda che molti mi hanno fatto sulla città: Barcellona è una città sicura? Si può visitare Barcellona in un giorno? Oppure è consigliabile visitare Barcellona in 3 giorni?

Cerchiamo di raccapezzarci insieme e di rispondere ad un po’ di dubbi!

Inizia subito con la mia personale Top & Flop di Barcellona:

Top & Flop Barcellona

Barcellona è sicura?

Diciamo nì!

Essendo una grande città è normale che ci sia microcriminalità.

Ovviamente a Barcellona, come a Madrid, Roma o Parigi, ci sono zone dove è meglio non andare a fare i turisti, ed altre dove i turisti si accalcano e quindi i borseggiatori hanno vita facile.

Quello dei borseggiatori è un serio problema, tanto che la prima cosa che ci hanno detto una volta arrivati al nostro Airbnb è stato di fare molta attenzione.

Quindi sappiate che se andate in giro per la Rambla o lungo le spiagge di Barceloneta dovete tenere d’occhio borse e portafogli.

Attenzione anche quando vi sedete in bar e ristoranti: non lasciate portafogli o telefonini sul tavolo e incustoditi.

Barcellona è sicura

In quanti giorni visitare Barcellona?

Questo dipende da voi e da cosa volete vedere.

La prima volta che ho visitato Barcellona l’ho fatto in 3 giorni e sono riuscito a vedere gran parte dei luoghi più rilevanti.

Questa volta invece ho passato un weekend a Barcellona (sono arrivato venerdì e partito domenica) ma nonostante ciò ho avuto modo di godere la città e luoghi che non avevo visitato la prima volta.

L’importante è visitare Barcellona con il sole!

Sotto i caldi raggi del sole la città cambia volto: nonostante fosse gennaio la temperatura media era sui 16°… una favola, soprattutto per chi come me passa 12 mesi a Dublino!

Quindi prima di partire controllate che temperature fanno e quando è il momento migliore per visitare Barcellona.

Visitare Barcellona: 3 consigli da seguire!

#1 – Non alloggiate vicino alla Rambla!

Sì ok, la Rambla è bella quanto vi pare, è in pieno centro e vicina a tutto, ma ci sono davvero tantissimi lati negativi da considerare se volete soggiornare in questa zona:

  • è rumorosa e piena di gente;
  • ci sono solamente ristoranti turistici;
  • è relativamente poco sicura;
  • è davvero troppo turistica;

Esistono tantissimi quartieri a Barcellona che vale la pena di scoprire e che non sono neanche tanto lontani dal centro.

Noi per esempio abbiamo travato un piccolo appartamento nel quartiere de El Poble-Sec, proprio alle spalle del Montjuic. 🙂

El Poble-Sec si trova a pochi minuti di metro dal centro di Barcellona, è pieno di bar e bistrò ma soprattutto è il top a Barcellona per i tapas bar.

Lungo la Carrer de Blai, una piacevole strada pedonale, ci sono tantissimi tapas bar davvero economici perfetti per un aperitivo serale tra amici.

Vi consiglio di dare un’occhiata a questa zona se state cercando alloggio a Barcellona!

Consigli su come visitare Barcellona

#2 – Barcellona non è soltanto la Rambla!

Un altro consiglio su Barcellona che vi do è quello di non soffermarvi soltanto sulla Rambla se state visitando il centro.

Se avete intenzione di visitare Barcellona in un giorno o in due non fate l’errore di focalizzarvi soltanto sul viale più famoso della città: le zone limitrofe alla Rambla sono altrettanto belle e soprattutto non così affollate!

Per esempio la zona nord-est di El Raval (compresa tra la fermata metro Univeritat e Drassanes) è molto particolare, con stradine e vicoli carismatici, atelier di design e moda indipendenti, piccoli bar e ristorantini molto carini.

Camminare attraverso le stradine antiche di questo quartiere mi ha fatto rivalutare molto il centro di Barcellona, che reputavo troppo affollato, pieno di trappole per turisti e soprattutto di ladruncoli.

#3 – Cercate di scoprire la Barcellona nascosta!

Sono stato un po’ criptico, lasciatemi spiegare.

La prima volta che ho visitato Barcellona i luoghi simbolo della città non mi colpirono per i motivi di cui ho parlato poco fa (troppa gente, poca sicurezza, trappole per turisti).

Quando ho organizzato il mio secondo viaggio a Barcellona ho deciso che avrei evitato luoghi gettonati per concentrarmi su posti un po’ fuori dai circuiti classici.

E’ così che ho scoperto per esempio i Giardini di Montjuic.

Montjuic è pieno di giardini incredibili che di sicuro sono meno affollati di Parc Guell.

Per esempio ho trovato il Jardin del Teatre Grec un luogo perfetto dove riposarsi e prendersi una pausa dalla città.

Simbolo per eccellenza del parco è un anfiteatro dove spesso artisti improvvisano per allietare i visitatori.

Sullo sfondo poi potrete ammirare la sagoma del Museo Nacional d’art de Catalunya.

Anche Jardines de Laribal sono perfetti per una passeggiata tranquilla in mezzo a fontane e fiori di ogni tipo (durante la primavera questo luogo da il massimo).

Consiglio anche a voi di passare una giornata alla scoperta di luoghi come questo.

Soprattutto se avete a disposizione 3 o più giorni.

Cambiare idea su Barcellona non è stato stato facile: per anni l’ho descritta come una città dove non avrei mai vissuto, salvo poi cambiare idea dopo averle dato una seconda chance.

Non dico che seguendo questi tre consigli su Barcellona arriverete ad apprezzare la città come il sottoscritto (ogni esperienza di viaggio è soggettiva) ma almeno spero possiate saltare qual fastidioso step del quale sono stato vittima e godervi sin da subito questa colorata e soleggiata città.

Concludo dicendo:

Come può una città con 17 gradi a gennaio essere deludente?!?!

Buon viaggio!

Rispondi

RELATED POSTS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: