Visitare il Colosseo: prezzi e dritte al simbolo di Roma

Visitare il Colosseo è una delle esperienze più belle da fare, non solo a Roma, ma nella vita. L’Anfiteatro Flavio è una delle nuove sette meraviglie del mondo, un simbolo di una città e un pezzo di storia inossidabile.

Come abbiamo fatto per l’Alhambra di Granada oggi vestiamo i panni del turista e andiamo a scoprire il monumento simbolo di Roma.

Quanto costa visitare il Colosseo?

Cosa comprende il biglietto?

Come saltare la fila in maniere “legale”?

C’è una risposta a tutto queste domande e si trova in questo articolo!

Parto dal fatto che, se sei un turista e stai visitando Roma, non puoi lasciarti scappare l’opportunità di visitare il Colosseo.

Se cerchi un modo di inserire questa visita in un itinerario più grande allora dai una letta al mio itinerario personale attraverso il centro di Roma che passa proprio per Palatino e Aventino 🙂

Questo monumento è un vero e proprio simbolo identitario della cultura italiana (un po’ come questi altri monumenti che a degno titolo possono essere definiti Meraviglie del Mondo) e della storia del nostro Paese.

Ma prima un po’ di storia sul Colosseo 🙂

L’Anfiteatro Flavio fu voluto dall’Imperatore Vespasiano nel 72 d.c nel luogo dove sorgeva la Domus Aurea di Nerone: fu il simbolo del cambio di rotta imperiale.

Con Vespasiano e i Flavi gli imperatori si riavvicinavano di nuovo al popolo e alle esigenze dello Stato, non più a quelle dell’imperatore.

Il Colosseo quindi rientrò in una serie di riforme volte a riottenere il consenso popolare; l’anfiteatro fu costruito al posto del lago artificiale che si trovava nel cuore della Domus di Nerone.

Durante i secoli e con il succedersi degli imperatori, il Colosseo fu ampliato più volte (poteva contenere tra i 50.000 e i 75.000 spettatori) e fu utilizzato per spettacoli teatrali, battaglie navali e i famosi giochi con i gladiatori.

Nei secoli il Colosseo non è uscito indenne dalla prova del tempo.

Nel 847 e nel 1349 fu danneggiato da un terremoto, tra il XV e il XVI secolo tutto il marmo di travertino che lo ricopriva fu asportato e solo agli inizi del 1800 iniziarono i primi lavori di restauro.

Ora a occuparci del lato turistico del monumento.

“In un solo monumento c’è tutta la storia di un intero Paese e di un popolo”

visitare il Colosseo dritte sui biglietti

 

Visitare il Colosseo, il Foro e il Palatino: biglietti e prezzi

Prima buona notizia: il biglietto per il Colosseo comprende anche la visita ai Fori Romani e al Palatino.

Con un solo biglietto potrete entrare in uno dei siti archeologici più grandi, belli e famosi del mondo.

Attraversare i Fori Romani è come tornare indietro nel tempo (come quando si visitano gli scavi di Ostia Antica nella periferia romana).

Ora parliamo dei biglietti per il Colosseo

Visto che con un solo ticket potrete addentrarvi in un’area vastissima, starete pensando che il prezzo sarà proibitivo. Errato!

Ecco le formule e i prezzi proposti:

  • Intero = 12€
  • Ridotto = 7,50€

Inoltre ai cittadini europei tra i 18 e i 25 anni verrà applicata la tariffa ridotta, mentre per gli under 18 l’ingresso sarà gratuito, un motivo in più per visitare il Colosseo.

Ma quello che vi consiglio di fare prima di visitare il Colosseo e tutto il sito archeologico è quello di acquistare i biglietti online.

Non ci vuole niente, basta andare sul sito internet, prendere i biglietti per il Colosseo e mostrarli tramite il vostro smartphone e saltare le lunghe file dell’entrata.

Potete ancora velocizzare di più le cose, acquistando i biglietti per il Colosseo ad accesso rapido: entrerete in questo modo dall’ingresso dei gruppi.

visitare i Fori Romani e Colosseo

Per quanto riguarda la visita ecco qualche consiglio:

tenete presente che, se vorrete visitare sia il Colosseo, il Foro e il Palatino ci vorrà una giornata intera.

Vi consiglio di iniziare dal Palatino.

L’entrata si trova su via San Gregorio, a pochi metri dal Colosseo;

Sul palatino sorgeva il palazzo imperiale (da qui il termine “palazzo”) e le cose da vedere sono così tante che impiegherete quasi tutta la mattina.

Innanzitutto non perdetevi la Villa di Augusto e gli affreschi al suo interno aperti al pubblico recentemente.

Inoltre il Palatino è la terrazza naturale su Roma, da qui potrete ammirare scorci unici della città eterna.

Altro motivo per visitare il palatino di mattina è la possibilità di sentire il cannone del Giannicolo sparare a mezzogiorno;

visitare il Palatino

Dopo il Palatino passate al Foro Romano.

Anche la visita in questa sezione vi prenderà un paio di orette.

Il sito costeggia via dei Fori Imperiali ma vederlo da dentro è un’esperienza totalmente differente che ammirarlo dalla strada.

Il Foro era il cuore dell’attività politica e sociale della civiltà romana: ancora sono distinguibili le varie basiliche, i tanti templi e le vie commerciali dove botteghe si alternavano ad altre botteghe.

Dedicate a questa parte tutto il tempo che volete.

Infine, dopo il Palatino e i Fori vi attende il Colosseo.

Lo so, sarete stanchi, ma questa è l’ultima fatica che renderà unica la vostra visita.

Una volta dentro perdetevi nella maestosità dell’anfiteatro, che ha ispirato pittori, scrittori e registi.

Per molte altre informazioni sui possibili itinerari del Centro Storico di Roma leggete una delle mie guide più seguite 🙂

Buon viaggio.

Un libro, un film una canzone:

  • Il gladiatore (2000) regia di Ridley Scott.


Siti utili e fonti:

[schema type=”person” name=”Davide Diana” url=”www.portalemondo.com” city=”Rome” country=”IT” email=”portalemondo@gmail.com” ]

Rispondi

RELATED POSTS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: