Visitare Stonehenge e Salisbury: i miei consigli

Oggi vi porto alla scoperta di uno dei luoghi che più mi ha emozionato: andiamo a visitare Stonehenge e Salisbury. Ecco perché DOVETE visitare uno dei siti archeologici più belli del mondo!

Stonehenge è il viaggio che volevo fare da fin quando ero bambino!

Sono sempre stato affascinato dal mistero che circonda questo sito archeologico e ho sempre fantasticato su come potesse essere dal vivo.

Questo articolo è il resoconto di questo viaggio: vi porterò con me a visitare Stonehenge e Salisbury, ridente cittadina che dista 8 km dal complesso megalitico e dove io e Apolline, la mia dolce metà abbiamo soggiornato.

In queste righe vi spiego come arrivare a Salisbury, cosa vedere oltre a Stonehenge e anche qualche consiglio su dove mangiare.

Se state anche cercando informazioni su cosa vedere a Bath, città che si trova ad un’ora di treno da Salisbury, allora ho scritto anche un articolo in merito. 😀

Salisbury è un piccolo angolo di paradiso nascosto nelle campagne del Wiltshire, una cittadina di origini medievali che vive di ritmi suoi, accogliente, ma anche un po’ decadente.

Un luogo perfetto per un weekend di tutto riposo ma anche per un viaggio in famiglia nel Regno Unito.

La cittadina si gira facilmente in un giorno, come scrissi in questo articolo tempo fa, quindi un weekend risulta perfetto anche per esplorarne i dintorni.

Detto questo veniamo al sodo: se volete visitare Stonehenge allora prendete in considerazione di alloggiare a Salisbury.

Questa è la cittadina più grande nelle vicinanze… c’è anche Bath, ma è molto più lontana (ne parlerò nel prossimo articolo).

Quindi, dopo la mia Top & Flop, vediamo come arrivare a Salisbury e Stonehenge. 😀

Come arrivare a Salisbury

Noi siamo arrivati via aerea da Dublino (vivo nella capitale irlandese) ma non siamo atterrati a Londra, bensì a Southampton.

La capitale del Regno Unito infatti dista ben più di due ore dalla cittadina via auto e quasi tre via treno.

Abbiamo optato per Southampton che è risultata anche la soluzione più economica.

Una volta atterrati a Southampton ci è bastato prendere un treno e il gioco è fatto.

Prezzo del biglietto della tratta Southampton – Salisbury è di 10 £ a passeggero.

La stazione di Salisbury si trova a 10 minuti a piedi dal centro.

E’ facile trovare taxi fuori la stazione, in caso abbiate trovato un alloggio lontano dal centro come noi, anche se devo dire i taxisti qui sono molto strani.

Un paio hanno rifiutato la corsa perché non sapevano dove fosse il nostro Airbnb.

Detto ciò veniamo al dunque; parlerò nel dettaglio Salisbury tra poco.

Ora parliamo di…

Informazioni su come visitare Stonehenge

Visitare Stonehenge: prezzi e dritte

Visto che alloggiavamo a Salisbury e non avevamo un mezzo proprio abbiamo raggiunto Stonehenge dal centro della cittadina, utilizzando i bus ufficiali.

In questo modo abbiamo risparmiato anche del tempo prezioso, visto che il biglietto si fa direttamente dall’autista.

Esistono diversi piani tariffari, noi abbiamo scelto quello da 31£ che comprendeva non solo Stonehenge ma anche il sito di Old Sarum, più l’utilizzo del bus per spostarsi tra i due siti e tornare in città: davvero un buon deal.

Ci è andata anche meglio: visto che non avevo cash, l’autista non accetta pagamenti in carta e non aveva tempo di farmi prelevare.

Quindi ci ha scontato tutto a 21£!

Quando si dice la fortuna! 😀

Se invece avete un mezzo vostro e potete raggiungere direttamente Stonehenge allora vi consiglio di acquistare i biglietti online, che vi permetteranno di saltare la fila.

Il tragitto con il bus è stato davvero interessante ad ogni modo.

Non solo è passato per strade molto pittoresche, ma a bordo è compresa un’autoguida che da un sacco di nozioni e informazioni su Salisbury, sul territorio e sui siti archeologici famosi oltre a Stonehenge.

Un’esperienza che consiglio davvero!

Con 30 minuti si arriva all’ingresso dell’area archeologica ed è subito magia! 😀

Una volta superato l’ingresso si può vedere la ricostruzione di un villaggio del neolitico, con informazioni su come vivevano i popoli che costruirono Stonehenge.

Da qui in poi si può scegliere: utilizzare la navetta e raggiungere subito il monumento oppure farsi una camminata di 30 minuti nelle campagne inglesi.

Noi all’andata abbiamo optato per la seconda.

Volevo sudarmi l’emozione di avvistare all’orizzonte le sagome dei megaliti… e così è stato!

Dopo anni passati a fantasticare finalmente stavo per raggiungere uno dei luoghi che sin da bambino volevo visitare.

E quando finalmente mi ci sono trovato davanti avevo la pelle d’oca e un sorrisetto infingardo (come potete vedere dalle foto).

prezzi biglietti per visitare Stonehenge
Come visitare Stonehenge

Stonehenge è imponente, stupendo, emozionante.

Pensare di trovarsi davanti una struttura che è in piedi da ben 5.000 anni mi ha fatto emozionare tantissimo.

Ovviamente non ci si può avvicinare ai monoliti ma ciò non rovina l’esperienza.

Sono rimasto colpito e sollevato dallo scoprire che non si trattava di una trappola per turisti, come temevo.

Il complesso è vasto, il flusso di persone costante ma mai congestionato e se ci si vuole sedere davanti al monumento e ammirarlo anche per venti minuti (tempo permettendo) si può fare tranquillamente.

Io sono stato benedetto da una giornata di sole (portatevi la crema in caso, non ci sono ripari) e ciò ha reso la nostra esperienza indimenticabile!

Dopo due ore passate sotto l’ombra di Stonehenge siamo tornati al centro visitatori con la navetta e preso il bus alla volta della nostra seconda meta della giornata: Old Sarum.

Old Sarum è l’antico castello e primo insediamento che avrebbe dato poi i natali alla moderna Salisbury.

La fortezza sorse ben 3.000 anni fa, arroccata su una collina nel punto preciso dove due rotte commerciali si intersecavano.

Oggi di questa fortezza rimane soltanto una parvenza di fossato, le fondamenta e le rovine dell’antica cattedrale.

Il sito si trova nella periferia si Salisbury, immerso dal verde e dalla collina si ammira tutta la città è il campanile della Cattedrale.

Consiglio davvero la visita, anche per una ventina di minuti se proprio non avete tempo.

Il bus lascia i turisti a 5 minuti dal castello e ogni ora e mezza partono dei tour guidati molto interessanti e soprattutto gratuiti (o meglio compresi nel prezzo del biglietto di 6£).

Noi abbiamo passato un’oretta di pace e tranquillità e poi ci siamo diretti verso casa: visitare Stonehenge ci ha tolto davvero tante energie.

Non perdetevi le meraviglie di Salisbury

Il secondo giorno del nostro viaggio lo abbiamo dedicato a Bath, ma di questo parlerò nel prossimo articolo.

Quindi passiamo direttamente all’ultimo giorno che abbiamo dedicato totalmente alla visita di Salisbury.

Come ho detto questa cittadina è una tipica realtà rurale sonnacchiosa e romantica.

Il suo centro cittadino è piccolo ma caratterizzato da queste case e locali color pastello, come potete vedere dalle foto, che trasmettono un senso di altri tempi.

Noi ci siamo trovati in centro di sabato, giorno di mercato, e la cittadina era in pieno fermento.

Tra i banchi di fiori e prodotti alimentari si nascondeva il Poltry Cross, l’ultima delle 4 intersezioni che delimitava l’antico mercato medievale di Salisbury.

Purtroppo non sono riuscito a fare delle foto per via dei banchi e della folla! 🙁

Altro luogo di interesse è l’Old George Mall, il centro commerciale storico della cittadina.

Ci sono più di 40 negozi e l’atmosfera (almeno quando l’ho visitato io) non è quella tipica dei centri commerciali: innanzitutto è all’aperto e sembra un luogo festoso, dove potersi incontrare e prendere un caffè in santa pace.

Forse uno dei pochi luoghi dove comprare souvenir!

Salisbury offre anche angoli nascosti dove fare tranquille passeggiate, vicoletti senza troppa ressa, giardini lungo le sponde dell’Avon…

Insomma questa cittadina è un piccolo paradiso in terra dove tirare il fiato e scattare anche foto interessanti.

Ah, troverete anche tantissimi negozi di artigianato e design, che vendono oggetti davvero interessanti, negozietti che preparano e vendono miscele di tè e un sacco di capi d’abbigliamento prodotti localmente.

Anche se si tratta di una piccola città, Salisbury sa offrire tanto anche dal punto di vista mangereccio.

Abbiamo provato diversi bar, ristoranti e anche pub caratteristici.

Visto che i negozi iniziavano a chiudere verso le 4 e mezza rintanarsi nei pub è quasi d’obbligo!

Ecco dove vi consiglio di mangiare a Salisbury:

Visitare la Cattedrale di Salisbury

Sono voluto venire a Salisbury non solo per visitare Stonehenge, ma anche per un altro motivo.

Vedere la Magna Carta, custodita nella Cattedrale di Salisbury!

La Magna Carta fu il primo documento a sancire un limite al potere di un sovrano.

Fu redatta nel 1215 ed ha posto le basi dello sviluppo politico, culturale e sociale del Regno Unito.

Mica poco!

La Magna Carta si trova in quella che è una cattedrale dei record.

Infatti la Cattedrale di Salisbury vanta il campanile più alto del Regno Unito (123 metri), l’orologio meccanico ancora funzionante più antico al mondo e ovviamente il documento fondativo del Regno Unito.

Impossibile da non visitare!

L’ingresso costa 7.5£ a persona ed è un’esperienza davvero interessante: non sono mai stato così coinvolto mentre visitavo un luogo sacro.

Le architetture della cattedrale sono stupefacenti, anche se il peso del campanile sta deformando le colonne portanti della struttura.

Anche per questo motivo quando abbiamo visitato la cattedrale nel suo interno c’erano diverse impalcature e lavori di restauro.

Si può prendere parte anche ad un tour guidato fino in cima alla torre, ma parte ad orari predeterminati e non siamo riusciti ad arrivare in tempo.

La Cattedrale è un po’ come tutta la città: un luogo magico, quasi etereo.

Potete capire di cosa parlo guardando le foto qui in alto.

Durante il tramonto tutto è avvolto in un’aura dorata e mistica, che trasmette una grande tranquillità e voglia di vivere.

Tutta Salisburi è così!

Un luogo fuori dal tempo, un’isola felice che galleggia in una bolla avvolta da luci calde e rassicuranti.

Questo sarà un viaggio che ricorderò a lungo e che consiglio a tutti di affrontare.

Non solo per visitare Stonehenge, ma anche per scoprire questo angolo d’Inghilterra, dove il tempo si è fermato.

Buon viaggio!

Rispondi

RELATED POSTS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: