Cosa fare a Limoges: shopping e food tour!

thumbnail

Cosa fare a Limoges in una mezza giornata? Semplice, un food tour! Andiamo a scoprire i sapori e le vie di questa piccola città con questo breve itinerario.

Dove si trova Limoges?

Bella domanda!

Ma il bello è che neanche i francesi lo sanno!!!

Scherzi a parte Limoges è una tranquilla e sonnolenta cittadina della Nuova Aquitania, regione relativamente giovane, nata nel riassesto amministrativo del 2016.

Limoges si trova in mezzo alle campagne della Francia centrale, è famosa come centro di produzione di porcellane sin dal Medioevo ed è ad oggi una delle città più popolose del Paese.

Per farvi capire quanto sia rilassata la vita qui pensate che i francesi dicono in ambito lavorativo mandare a Limoges quando si riferiscono al fatto di essere spostati a fare una mansione noiosa e perlopiù poco stimolanti.

Ma tutto questo non deve trarvi in inganno!

Nonostante Limoges non sia una delle mete più famose della Francia si tratta pur sempre di una cittadina tipica che vale la pena di scoprire.

Io sono passato di lì quasi per caso e questo è il mio breve itinerario su cosa fare a Limoges in una mattinata.

Il mio itinerario è più un food tour: ho fatto il giro di alcuni dei negozi di Limoges dove si possono comprare prodotti tipici ma non solo, senza tralasciare le piccole gemme del centro storico.

Quindi se volete sapere cosa fare a Limoges in poche ore allora siete sul blog giusto!

Ma ora bando alle ciance e scopriamo insieme questa sonnolente e deliziosa città francese!

Indice:

Food Tour a Limoges

Cosa vedere nel centro di Limoges

Mappa dell’itinerario a Limoges

Il food tour a Limoges inizia con un caffè!

Non c’è modo migliore per iniziare il nostro itinerario a Limoges che con un caffè.

Ora, diciamo che i francesi sono bravi in ambito di cibo e cucina, ma il caffè proprio non riescono a farlo buono.

A Limoges però c’è una piccola torrefazione che prepara un caffè molto vicino agli standard italiani (anche se non è come lo facciamo noi).

Vi consiglio di iniziare qui, a “La Fabrique du Caféun piccolo atelier artigianale dove il caffè è preso molto seriamente.

Il locale è molto simpatico, con un’atmosfera accogliente ed informale; insomma perfetto per un caffè o cappuccino in santa pace.

Potete anche acquistare miscele fatte da loro se volete.

La torrefazione si trova davanti Place d’Aine, dove il nostro tour inizia.

Non vi preoccupate, a fine articolo vi lascio la mappa dell’itinerario!

Dopo il caffè che presumo vi abbia svegliato ci dirigiamo verso uno dei luoghi più amati di Limoges: l’Halles, ossia il mercato.

Passiamo per Rue Othon Peconnet e vi spiego anche il perché: la stradina è piena di negozi di alimentari, perfetti per fare una spesa di prodotti tipici del luogo.

C’è una macelleria, un negozio che vende tè, una cioccolateria ma soprattutto l’Epicerie des Halles, un piccolo negozietto che vende salse e prodotti tipici del luogo (e non solo, ho infatti trovato anche prodotti della Provenza e del sud della Francia).

Questo negozietto accogliente è perfetto per fare la spesa e portare souvenir a casa.

Ve lo consiglio (i prezzi non sono economicissimi ma ci può stare!)

Neanche 5 minuti e ci troviamo a Place de la Motte, dove si trova il mercato.

Il mercato è il luogo principe in Francia dove poter vivere sulla propria pelle lo stile di vita francese.

Ogni città, grande o piccola che sia, ha il proprio mercato: per esempio questo era les Halles di Avignone, dove ho mangiato degli affettati buonissimi.

Il mercato di Limoges è stato costruito tra il 1885 e il 1889 ed è una delle due strutture più interessanti della città.

Una volta varcata la soglia si entra in un mondo fatto di odori, colori e fumi; infatti ci sono diversi banchi di street food dove si può mangiare carne alla brace o provare deliziosi panini gourmet.

Io sono andato lì per comprare del cibo e non mangiare, ma penso che la qualità di questo street food sia davvero alta, quindi ve lo consiglio.

All’interno del mercato ci sono banchi di frutta e verdura, tripperie, bulangerie e banchi di spezie.

Insomma avete l’imbarazzo della scelta.

Se alloggiate in un Airbnb con una cucina allora è qui che dovete fare la spesa.

Attenzione non tutti i banchi offrono prodotti locali e bio!

Visitiamo anche il centro di Limoges!

Ora prendiamoci una sosta dal cibo e visitiamo il piccolo centro di Limoges.

Dietro il mercato infatti si trova l’antico centro medievale della città, perfettamente intatto.

Solo per questo merita una visita!

Sto parlando del Quartier de la Boucherie, fatto di strade acciottolate e case di legno, con piccoli negozi dalle architetture deliziose e caratteristiche delle cittadine della Baviera.

A proposito di strade; vi consiglio di buttare un occhio in terra ogni tanto, visto che potreste incappare in delle piccole conchiglie di ottone.

Queste sono le famose “Conchiglie di San Giacomo” che servono a tracciare il percorso del Cammino di Santiago di Compostela, che passa proprio per Limoges.

O meglio, uno dei tanti percorsi passa di qui, nello specifico la via Lemovicensis, che parte da Vezélay.

Insomma un piccolezza che sfugge a chi non presta attenzione ai piccoli dettagli.

Nel quartiere c’è anche un’altra piccola gemma: la Chapelle Saint Aurélien, una cappella in legno e muratura del 1400 che custodisce le reliquie del santo.

Vi consiglio di entrare!

E’ piccolina e all’interno è davvero molto particolare, un po’ buia ma con delle architetture molto lontane dai canoni delle chiese nostrane.

Bellissima davvero.

Insomma questo piccolo centro storico merita una sosta.

Dopodiché vi accompagno nell’ultimo negozio del nostro food tour a Limoges.

Ora presumo abbiate comprato qualcosa, o magari mangiato un panino al mercato… cosa manca?

Da bere, ovviamente!

Per questo l’ultimo luogo di questo tour è un’enoteca: Vinoble, che si trova proprio alle spalle del mercato.

Vinoble è specializzato in tutti i vini francesi quindi non solo in quelli della regione.

Diciamo che non è un luogo tipico al 100% ma qui la scelta di vini è davvero ampia e trovarne di buoni a prezzi ottimali è molto facile.

Inoltre hanno un sacco di vini prodotti da piccole aziende vinicole indipendenti che potrebbero rivelarsi interessanti sorprese.

Insomma Vinoble è il modo migliore per terminare questa gita a Limoges.

Prima di lasciarvi ecco la mappa del tour che abbiamo fatto!

Ma prima di lasciare Limoges vi do un ultimo consiglio.

Come potete vedere dalla mappa c’è un punto del quale non abbiamo ancora parlato e si tratta della Stazione di Limoges.

Questa stazione è caratterizzata da uno stile architettonico interessante: tutto l’edificio è un esempio di Art Nouveau e Art déco ed è considerato monumento storico della città dal 1975.

Se siete appassionati di architettura vi consiglio di farci un salto, si trova ad otto minuti a piedi dal centro e in direzione dell’autostrada, diciamo quindi che è l’ultima tappa perfetta prima di lasciare la città.

E questo è quanto!

Ho passato 3 ore a Limoges e devo dire che mi ha trasmesso davvero delle ottime sensazioni; un luogo pacato, tranquillo, dove la vita scorre tra i mercati e le stradine acciottolate.

Non per forza una città deve essere piena di musei e attrazione turistiche; a volte godersi le piccole cose della vita può essere un’esperienza di viaggio ancora più interessante di quel che pensiamo.

E inoltre a Limoges ho comprato un sacco di roba buona da mangiare… e questo davvero è valso il viaggio! 😀

Buon viaggio

Rispondi

Back To Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: