cosa vedere a Strasburgo in un giorno

Ecco la mia guida su cosa vedere a Strasburgo in un giorno: un’itinerario a piedi nel cuore della città francese, alla scoperta di piazze, stradine e luoghi da non perdere assolutamente.

Dopo aver parlato di quali sono i mesi migliori per visitare Strasburgo è il momento di trattare a fondo questa affascinante città.

In questo articolo vi accompagnerò in un itinerario a piedi e vi farò scoprire cosa vedere a Strasburgo in un giorno.

Strasburgo non è enorme e un giorno va più che bene.

Oltre a ciò vi darò qualche dritta su come arrivare a Strasburgo e come spostarsi con i mezzi pubblici.

Ovviamente vi consiglio di visitare Strasburgo inserendola in un itinerario ben più grande da fare in Alsazia, magari in auto e che comprenda altre città della regione da non perdere come Colmar o i tanti piccoli villaggi sperduti qui e li tra i vigneti.

quando visitare Strasburgo

Come sempre vi lascio anche il video che ho fatto su questo itinerario a piedi a Strasburgo.

Se non avete tempo di leggere (vi capisco non vi preoccupate), dateci un’occhiata e fatemi sapere che ne pensate e, magari, iscrivetevi al canale YouTube di PortaleMondo.

Ve ne sarei davvero grato! 😀

Intanto vediamo come raggiungere Strasburgo e poi iniziamo a con le cose serie!

Come arrivare a Strasburgo

Per raggiungere Strasburgo ci sono 3 possibili soluzioni.

Due delle tre sono fattibili, l’altra un po’ di meno.

Ma vediamole nel dettaglio iniziando da quella meno praticabile.

A 20 minuti da Strasburgo c’è un aeroporto, Entzheim.

La scelta più logica sarebbe quella di atterrare qui… purtroppo non è una buona idea.

L’aeroporto è piccolo e servito da pochi e costosi voli.

Se partite dall’Italia molto probabilmente dovrete fare uno scalo prima di atterrare qui e, un volo che richiede non più di un’ora e mezza, potrebbe volerne 5 per portarvi a destinazione.

Vi lascio il link all’aeroporto di Strasburgo, giusto in caso vogliate dare un’occhiata.

La seconda opzione più logica e pratica è quella di atterrare a Basel-Mulhouse-Friburgo, un aeroporto internazionale che sorge sul confine tra Francia, Svizzera e Germania.

Da qui poi potete prendere un taxi e arrivare a Mulhouse dove poter prendere un treno per Strasburgo.

Oppure noleggiare l’auto e scoprire in questo modo l’Alsazia.

Ultima opzione da non scartare è quella di atterrare a Parigi Charles de Gaulle e prendere un TGV fino a Strasburgo.

Il treno ci mette due ore e costa tra i 15€ e 40€.

La scelta sta a voi.

Come spostarsi a Strasburgo

Se raggiungete Strasburgo in treno molto probabilmente scenderete alla stazione centrale di Strasburgo.

Il nostro itinerario non inizia da qui, ma da Place de la République.

Ma per arrivarci bisogna prendere il tram.

E quindi vi spiego come funzionano i mezzi pubblici a Strasburgo.

L’azienda che del trasporto pubblico si chiama CTS e gestisce linee di tram e bus.

Il servizio è davvero efficiente e poco costoso, si parla di 1,80€ a biglietto.

Vi lascio i prezzi dei biglietti per tratta, orario e giornata.

Vi potete anche scaricare l’app della CTS per acquistare i biglietti online che verranno poi “vidimati” direttamente al conducente (se prendete il bus) o prima di salire (se prendete il tram).

Se acquistate il biglietto online oppure ricaricate uno già usato nelle varie stazioni del tram, vi verrà a costare 1.70€.

Se fate il biglietto direttamente sul bus vi costerà 2€.

Un modo interessante per riutilizzare vecchi biglietti e ridurre lo spreco.

Ma ora iniziamo l’itinerario su cosa vedere a Strasburgo e lo facciamo con la consueta mappa.

Cosa vedere a Strasburgo: l’itinerario a piedi

Place de la République e il Quartiere Tedesco

Il nostro itinerario su cosa vedere a Strasburgo, come potete vedere dalla mappa, inizia in una delle piazze principali di Strasburgo, Place de la République, nel cuore del Quartiere Tedesco.

Questo quartiere fu costruito dai tedeschi dopo aver annesso la città successivamente alla guerra franco-prussiana del 1870.

Strasburgo è passata di mano più e più volte tra Francia e Germania: nel 1681 Luigi XIV conquista Strasburgo che fino ad allora era una città-stato, nel 1871 la città passa ai tedeschi, nel 1919 torna ai francesi, nel 1940 i nazisti la riconquistano e nel 1945 torna ad essere francese.

Un macello insomma.

Nel 1871 i tedeschi vollero fare di Strasburgo una vetrina del loro potere militare ma anche culturale, trasformandola in una città moderna con quartieri residenziali dove l’art nouveau la faceva da padrone, con università e centri del potere politico tedesco.

Place de la République rappresenta il massimo spirito della Germania in questa città.

Qui potrete ammirare Palais du Rhin, costruito per celebrare il Kaiser Guglielmo I ed ispirato al Palazzo Pitti di Firenze, la Biblioteca Nazionale e il Teatro Nazionale.

La piazza è molto bella soprattutto in autunno e primavera, quando i 4 esemplari di Ginkgo Biloba (alberi antichissimi regalati alla città alla fine del ‘800 dall’imperatore giapponese) sono in pieno foliage o in fiore.

cosa vedere a strasburgo

Place Broglie e le origini di Strasburgo

Seconda tappa è un’altra piazza, Place Broglie a 5 minuti a piedi dalla precedente.

Qui è passata un po’ tutta la storia di questa città.

Sapevate che Strasburgo nasce come avamposto romano?

Il nome era diverso, la città si chiamava Argentoratum, in italiano Argentina, ed era una base legionaria di difesa sul Reno.

A celebrare le origini romane vicino Place Broglie troverete una fontana, la Fontana di Giano: un’acquedotto, simbolo di Roma, che poggia le basi sulla testa di Giano, dio dalle due facce che guarda al futuro senza rinnegare il passato.

Place Broglie fu prima necropoli romana, poi nel medioevo divenne luogo di giostre cavalleresche (si vede dalla forma della piazza) e nel 1740 fu trasformata in passeggiata, con tanto di tigli e aree verdi.

Si può facilmente definire l’angolo più parigino di Strasburgo, visto che gli edifici che danno sulla piazza hanno il caratteristico “stile haussmaniano” con i famosi tetti grigi bombati.

Con l’arrivo dei nazisti la piazza fu rinominata “Piazza Adolf Hitler.

Per fortuna non durò e nel ’45 il nome era tornato quello originale.

Ultima chicca: qui nel 1792 fu intonata per la prima volta la Marsigliese!

Insomma un sacco di storia per una piazza piccolina!

Place Kleber, il cuore di Strasburgo

Dopo Place Broglie ci aspetta la piazza principale di Strasburgo, Place Kleber.

La piazza, che prende il nome dal generale francese che si distinse nella Campagna d’Egitto sotto Napoleone, è il cuore pulsante della città.

Qui a Natale si trova l’albero più bello di tutta Strasburgo ed ogni giorno si possono trovare artisti di strada, bancarelle e un sacco di gente che passeggia.

La piazza è circondata da negozi e librerie ed è uno dei luoghi migliori per fare shopping a Strasburgo.

La Petite France e le sue meraviglie

A 200 metri o poco più da Place Kleber si trova forse il quartiere storico più bello di Strasburgo: la Petite France.

Questo era il quartiere dei conciatori e per secoli fu utilizzato come luogo per curare i malati di sifilide (da qui il nome Petite France, visto che la sifilide era chiamata “mal di Francia“).

Questo è il quartiere più affascinante di Strasburgo, gli edifici presentano il tipico stile alsaziano fatto di colombage e tetti larghi, ristoranti e bistrò, viuzze acciottolate ed un sacco di canali che tagliano in due il quartiere.

Questo è il luogo da visitare a Strasburgo, l’angolo più romantico della città!

Cosa vedere a Strasburgo ma anche dove fare shopping

Da la Petite France ci avviamo verso Place Gutenberg.

Per farlo attraversiamo la Grand Rue, la strada dello shopping di Strasburgo.

Si tratta di una via pedonale che taglia in due il centro di Strasburgo ed è piena di negozi di ogni tipo.

Fumetterie, boulangeries, sale da tè, librerie, negozi d’abbigliamento, botteghe specializzate in prodotti tipici o artigianali, negozi di dischi e via dicendo.

La Grand Rue è il luogo perfetto dove acquistare qualsiasi cosa, farsi uno spuntino e prendersi una birra.

E’ anche il posto perfetto dove pranzare prima di poter procedere con il nostro itinerario per Strasburgo.

La Grand Rue sfocia su Place Gutenberg, la piazza dedicata all’inventore della stampa a caratteri mobili che, si dice, l’abbia inventata proprio qui.

La piazza è sempre abbellita da un carosello, quindi è il posto perfetto dove portare i bambini a Strasburgo.

La cattedrale di Strasburgo e il quartiere medievale

Ora veniamo al pezzo da 90: la Cattedrale di Strasburgo.

Immagino che, sin da quando avete messo piede in città, non avete potuto fare a meno di ammirare l’altissima silhouette di questo edificio.

E’ impossibile non accorgersene visti i 142 metri di altezza.

Questo è stato l’edificio più alto del mondo per più di 200 anni, dal 1647 al 1874.

L’ingresso è gratuito e vi consiglio la visita, l’interno è bellissimo e potrete ammirare anche un incredibile orologio astronomico.

Anche la piazza antistante la cattedrale vale una tappa.

Una piccola curiosità: incastrato sul muro de “Hotel Cathedrale” potrete avvistare un proiettile di un obice che risale alla guerra franco-prussiana del 1870.

Ve lo lascio segnato in mappa così magari lo troverete più facilmente.

Un terribile monito alle generazioni future.

Dietro e tutto intorno alla cattedrale si trova il vecchio quartiere medievale.

Potreste di finire qui il vostro tour di un giorno a Strasburgo.

Vi consiglio di non perdere la deliziosa Place du Marché-aux-Cochons-de-Lait, una piazzetta circondata da antichi palazzi e gustosi ristoranti.

Un tempo qui si teneva il mercato delle carni e proprio sulla piazza affacciava la vecchia macelleria.

Dietro la piazza scorre il fiume Ill; qui potreste in caso imbarcarvi sul battello turistico di Strasburgo, un’idea carina per concludere il vostro tour a Strasburgo.

Le atmosfere di questa parte di città sono davvero incantevoli.

Anche se non ci sono luoghi relativamente importanti fare quattro passi in questo quartiere vi regalerà momenti di relax.

Il modo migliore per concludere il vostro giorno a Strasburgo.

cosa-vedere-a-strasburgo
cosa-vedere-a-strasburgo

E questo è tutto su cosa vedere a Strasburgo!

Come al solito ho parlato troppo.

Vi lascio la mappa nella speranze di poter rendere tutto più chiaro.

Spero questo articolo vi sia stato utile o quantomeno aiutato ad organizzare il vostro viaggio in Alsazia.

Fatemelo sapere nei commenti e soprattutto fatemi sapere cose ne pensate di Strasburgo.

Buon viaggio!